Continua la protesta dei docenti precari: manifestazione a Roma il 2 settembre

Un’estate movimentata quella dei docenti precari di tutto il territorio italiano, che da poco dopo la fine del lockdown si battono per avere risposte concrete da parte del governo (ancora non ricevute) e per ottenere una stabilità lavorativa che manca da ormai troppo tempo. A Siena si sono mostrati attivi in prima linea i rappresentanti del Direttivo Precari Scuola Toscana, che hanno portato le loro istanze nelle piazze e sui tavoli degli esponenti politici di ogni parte, chiedendo a più riprese di essere ascoltati.

Dopo la firma del documento condiviso con l’amministrazione comunale di Siena che è stato poi inviato direttamente al presidente Giuseppe Conte e al ministro dell’istruzione Azzolina, gli insegnanti scenderanno nuovamente in piazza, stavolta a Roma.

Il 2 settembre, infatti, i docenti precari senesi si uniranno ai colleghi di tutta Italia in una grande manifestazione davanti a Montecitorio e al Miur. Tanti i temi su cui i docenti hanno intenzione di alzare la voce, dal concorso straordinario che prevede conoscenze extra ordinarie rispetto a quelle dettate dai programmi ministeriali e una conoscenza dell’inglese proibitiva per molti, fino alle graduatorie che hanno subito variazioni nel conteggio dei punteggi.

Le realtà di tutta Italia che saranno presenti il 2 settembre a Roma, oltra ai docenti precari senesi, sono:

CNPS Coordinamento Nazionale Precari Scuola, Coordinamento Precari Scuola Sardegna, Coordinamento Precari Scuola Torino, CNPS Pisa, Professori senza cattedra, Coordinamento precari autoconvocati Taranto, CNPS Basilicata uniti, Docenti terza fascia per “Insegnanti formati e preparati”, Docenti di Ruolo Ingabbiati di ogni ordine e grado per i percorsi abilitanti, Lavoratori Autoconvocati della scuola (Roma), Coordinamento precari della scuola autoconvocati (Milano), Movimento Docenti GPS e GI, ALS Associazione Libera Scuola, Associazione Difesa Scuola, Gruppo PAS-TFA sostegno docenti 36 mesi, Gruppo TFA accesso diretto, Direttivo Docenti Precari Toscana, Molto più che precari, Noi P.A.S., Tre anni per il ruolo, Movimento docenti motivati e in formazione continua, ANLI Associazione Nazionale Liberi Insegnanti, CNDP Comitato nazionale docenti precari, Esecutivo Nazionale Unione Studenti, Docenti Precari Italiani, Comparto Musicale e Coreutico dei precari Campani. “Note Precarie”, Coordinamento Regionale dei Docenti di Musica e di Strumento musicale della Sardegna, Coordinamento Precari/ie Scuola Bologna e Modena, Comitato a tutela di educatrici ed insegnanti, Coordinamento Precarietà ed Unità, Uniti per la riapertura della terza fascia, Comitato delle discipline audiovisive, OSA Opposizione studentesca d’alternativa.

Intanto, giovedì 27 agosto alle 10.30, si terrà un presidio del Direttivo Precari Scuola Toscana davanti all’Usp in piazza Matteotti a Siena.

Penna e cuore, dal 1991. Credo nella potenza delle parole, unica arma di cui non potrei mai fare a meno. Finisco a scrivere sui giornali un po' per caso, ma è quella casualità che alla fine diventa 'casa' e ho finito per arredarla a mio gusto. Sono esattamente dove vorrei essere. Ovvero, ovunque ci sia qualcuno disposto a leggermi.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui