Il Siena affronta in trasferta l’ultima della classe, ma lo fa con nove giocatori infortunati. Gilardino si affida a Varela e all’islandese Karlsson, chiamato a sostituire Paloschi

I bianconeri non hanno avuto nemmeno il tempo di finire di festeggiare la vittoria contro la Virtus Entella di sabato scorso che è già ora di tornare in campo. La Robur affronterà oggi pomeriggio alle 14.30 in trasferta la Viterbese, squadra che al momento occupa l’ultimo posto in classifica. Tuttavia, il Siena non può permettersi di sottovalutare l’impegno, anche perchè si trova in piena emergenza infortuni, con ben nove giocatori fermi ai box, tra cui Paloschi e Terigi.

Nel ormai consolidato 3-5-2, Mister Gilardino sarà quindi costretto a fare molte scelte obbligate, a cominciare dal reparto arretrato, dove dovrà puntare per forza sul trio composto da Milesi, Terzi e Farcas, al rientro dagli impegni con la nazionale under-21 rumena. Sugli esterni dovrebbe esserci un turno di riposo per Mora a destra, con Marcellusi pronto a prendere il suo posto, mentre Disanto dovrebbe essere confermato sulla sinistra. A centrocampo dovrebbe tornare titolare Acquadro accanto a Pezzella e Cardoselli. Infine in attacco spazio a Karlsson, che tanto bene ha fatto contro l’Entella, in coppia con Nacho Varela. In ogni caso, vista la situazione dell’infermeria e considerato che la sfida con il Pescara sarà tra appena quattro giorni, non sono esclusi colpi di scena nell’undici titolare.

Nella Viterbese è stato esonerato appena tre giornate fa l’ex allenatore della Robur Alessandro Dal Canto, a causa degli scarsi risultati. La squadra è in crisi, al punto che non ha ancora vinto nessuna partita in campionato. I gialloblù infatti hanno raccolto solo tre punti frutto di tre pareggi. Anche dall’arrivo del nuovo mister Giuseppe Raffaele sono arrivate solo due sconfitte, tanto che potrebbe essere già a rischio esonero. Da segnalare, tra le fila dei leoni, la presenza dell’ex bianconero Dario D’Ambrosio.

La situazione in cui si trova la Viterbese non deve trarre in inganno la Robur. La partita di oggi sarà molto insidiosa, proprio perchè i bianconeri affronteranno una squadra con poco da perdere e molto affamata di vittorie. Toccherà agli uomini di Gilardino dimostrare che quella contro l’Entella non è stato un semplice exploit ma una reale prova di forza.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui