Iniziato oggi alla stazione di Siena il progetto “Scuole Sicure”: test rapidi anti Covid per docenti, studenti e familiari degli studenti. Savigni, responsabile delle farmacie comunali della Asp: “Vaccinazione in farmacia? Vediamo come sarà declinato l’accordo”

Partita oggi la campagna di screaning territoriale “Scuole Sicure” a Siena, come annunciato dal sindaco Luigi De Mossi, contro l’espandersi dell’epidemia da Civid-19. Una campagna che dà la possibilità al personale scolastico, studenti e familiari degli stessi di sottoporsi a un tampone rapido. E’ possibile prenotarsi telefonicamente chiamando la Farmacia Comunale 3 della stazione, verrà dato un appuntamento e il tampone sarà fatto all’esterno della farmacia, in piena sicurezza e con la presenza di un infermiere. Sarà possibile sostare al parcheggio della stazione, gratuito per la prima mezz’ora in maniera gratuita. Un’iniziativa importante che può aiutare la popolazione a contrastare l’epidemia.

Il Presidente della azienda Asp di Siena, Mario Valgimigli, l’ente partecipato dal Comune di Siena che ha organizzato l’iniziativa (gestisce oltre alle residenze per anziani anche mense scolastiche e farmacie comunali), si è mostrato orgoglioso di questa giornata di apertura: “Oggi è il primo giorno, abbiamo molte prenotazioni anche per i prossimi giorni e siamo molto soddisfatti. Giovedì saremo presenti con un altra giornata, i tamponi sono aperti al personale scolastico, agli studenti e ai loro familiari. Per prenotarsi è necessario prendere un appuntamento telefonico presso la Farmacia comunale 3 della stazione, e ci si deve presentare all’appuntamento con i moduli dei dati personali già compilati. Qualora ci fossero dei positivi verranno avvisati il giorno seguente dall‘Asl di competenza. Stiamo valutando se aprire un altro centro più vicino alla città, ma il problema principale è dato dall’organizzazione, perché ci deve essere un luogo adatto, fuori dalla farmacia e soprattutto deve esserci del personale qualificato come un infermiere o un medico; ma comunque speriamo di riuscire ad aprire un altro centro in breve tempo. Abbiamo intrapreso questa iniziativa per dare in breve tempo una risposta alle esigenze dei cittadini”.

E’ intervenuto anche il responsabile delle farmacie comunali Paolo Savigni: “Noi, come le altre farmacie della città e della provincia, ci siamo organizzati in un percorso di screening “Scuole Sicure”. Siamo partiti oggi e abbiamo eseguito circa 30 tamponi senza riscontrare alcun esito positivo, questo ci conforta anche come dato generale affinché si possa finalmente uscire da questa situazione di marcata criticità. Abbiamo una scorta di tamponi per tutta la settimana e contiamo di avere già domani un ulteriore scorta di tamponi per continuare a garantire questo servizio”.

Savigni ha parlato anche della possibilità di effettuare la campagna vaccinale anti Covid in farmacia: “Per quanto riguarda la campagna vaccinale ieri è stato firmato un accordo nazionale tra le rappresentanze di categoria delle farmacie pubbliche, private e il ministero della salute. Dobbiamo vedere come sarà strutturato a livello regionale perché è un indirizzo che è stato preso a livello nazionale, ma andrà poi declinato; vedremo se e come sarà possibile organizzarci. Il problema saranno gli spazi e il personale. La vaccinazione richiede spazi diversi rispetto a un tampone, inoltre servono professionalità diverse”. Il riferimento, in particolare, è alla presenza di un medico durante la vaccinazione stessa. “Vedremo – conclude Savigni – come questa campagna sarà declinata dalla regione”.

Le interviste a Mario Valgimigli presidente Asp Siena e a Paolo Savigni responsabile farmacie comunali.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui