Questa mattina da porta Camollia è partita la manifestazione “No Green pass”

In 300 questa mattina si sono trovati a Porta Camollia e sono partiti in direzione Duomo per manifestare contro le istituzioni. Il corteo “No Green pass” era folto di studenti, insegnanti e persone che quotidianamente combattono per affermare le loro convinzioni. Una manifestazione pacifica controllata da carabinieri e forze dell’Ordine.

“Speriamo che cresca il numero dei partecipanti – afferma Martino Danielli, organizzatore della manifestazione – che stanno arrivando da tutta la provincia. Il messaggio che vogliamo far passare è che queste norme proposte dal governo non hanno niente a che vedere con la pandemia, discriminano e stanno creando un enorme disagio a tantissimi lavoratori e studenti. Il governo non sa comprendere i bisogni del popolo perché ci sono milioni di persone che non sono messe in condizioni di lavorare. Noi portiamo avanti questa protesta come abbiamo fatto anche in passato”.

Il Green pass è ormai diventato obbligatorio anche nei luoghi di lavoro. In assenza è richiesto il tampone altrimenti le persone non possono lavorare. I vaccinati in Italia superano l’80% e i numeri dei ricoverati, ormai da mesi, stanno diminuendo.

“Il tampone ha un cosoi rilevante – continua Danielli – ed è una perdita economica importante. In molti casi è difficile anche prenotarsi e quindi è un disagio per tanti lavoratori. Tante persone per questo motivo qui sono a casa e non lavorano più; è una situazione complessa che mette tutti in difficoltà. L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro e sappiamo che queste norme non sono incisive per quanto riguarda la pandemia. La nostra sarà una manifestazione pacifica e democratica e non ci sarà nessun tipo di provocazione. C’è però una fetta importante del paese che non è d’accordo con le misure del governo. E’ una questione di diritti che in passato sono stati conquistati e oggi devono essere difesi.”

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui