Santa Lucia, i ringraziamenti delle artigiane senesi a tutta la città

Un ringraziamento che viene dal cuore e che ha il sapore della tradizione. Lo scorso anno le tante rinunce dovute alla pandemia coinvolsero anche il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia tanto caro si senesi. Non fu possibile svolgere la tradizionale festa in Pian dei Mantellini e i banchi degli artigiani non poterono riempirsi dei tanti oggetti delle contrade.

A mancare fu soprattutto il suono delle campanine. Ma anche in quell’occasione, il grande cuore dei senesi iniziò a battere forte, accogliendo a braccia aperte l’idea di Sonia e Giada Staccioli del negozio Bianco e Nero e di Elisabetta Ricci de Il Pellicano. Le artigiane, infatti, lanciarono sui social la loro iniziativa per riuscire a vendere le campanine già prodotte e far arrivare nelle case dei contradaioli l’amato tintinnìo che annuncia il Natale.

Oggi, a distanza di un anno, Giada, Sonia ed Elisabetta vogliono ringraziare tutta Siena:

“Un anno fa il pensiero di non poter festeggiare Santa Lucia ci distruggeva, ma grazie ai contradaioli vicini e lontani il telefono non faceva che squillare. Siena di è unita per salvare questa splendida tradizione e noi non possiamo far altro che ringraziarvi dal profondo del cuore. Manca davvero poco al 13 dicembre e non vediamo l’ora di potervi tutti rivedere in Pian dei Mantellini a suonare le vostre Campanine”.

Penna e cuore, dal 1991. Credo nella potenza delle parole, unica arma di cui non potrei mai fare a meno. Finisco a scrivere sui giornali un po' per caso, ma è quella casualità che alla fine diventa 'casa' e ho finito per arredarla a mio gusto. Sono esattamente dove vorrei essere. Ovvero, ovunque ci sia qualcuno disposto a leggermi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui