Oltre 100 aziende enogastronomiche nazionali saranno le protagoniste assolute per tre giorni degli spazi storici dell’antico Spedale

Taglio del nastro e via ufficiale per la nona edizione di Wine&Siena. La manifestazione nei prossimi tre giorni porterà a Siena l’eccellenza dell’enologia italiana e della gastronomia. Wine&Siena 2024 fa il suo ritorno nel suggestivo complesso del Santa Maria della Scala e del Palazzo Squarcialupi. La rassegna, firmata da The WineHunter, si svolge nella suggestiva cornice della città di Siena, a pochi chilometri dalle colline del Chianti, dalle Crete Senesi, dalla Val d’Orcia e dal Monte Amiata. Gli organizzatori danno il benvenuto a tutti i visitatori dell’edizione numero nove di Wine&Siena, un’esperienza che, oltre ai prodotti di qualità rappresentativi della cultura enogastronomica italiana, gode anche del fascino di una città apprezzata in tutto il mondo per l’arte e la storia che la caratterizzano, tra cui la grande tradizione del Palio.

Wine&Siena apre l’anno degli eventi enogastronomici, con un’esplosione di sapori dedicata agli esperti del settore e agli appassionati del buon cibo e del vino. Ideato da The WineHunter Helmuth Köcher in collaborazione con Confcommercio Siena, l’evento trasforma il Santa Maria della Scala e i maestosi palazzi storici di Siena in un palcoscenico magico, offrendo una rassegna straordinaria in un contesto unico.

Nei giorni dedicati alla rassegna, il patrimonio culturale si fonde con le migliori produzioni vinicole insignite del prestigioso The WineHunter Award, c’è spazio per esplorare e raccontare le eccellenze enogastronomiche italiane. I prodotti provenienti da regioni uniche, cariche di identità e radicate nella tradizione, vengono esaltati e presentati con grande professionalità.

Wine&Siena ha la collaborazione della Camera di Commercio di Arezzo Siena e del Comune di Siena, oltre a vantare la partecipazione di istituzioni di prestigio come Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Monte dei Paschi, Università degli Studi di Siena e il rinomato Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione.

La nona edizione accoglie oltre 100 aziende enogastronomiche nazionali, accuratamente selezionate dalle commissioni d’assaggio di The WineHunter e insignite del prestigioso The WineHunter Award. Gli spazi del Santa Maria della Scala saranno animati dagli espositori di vino, cibo, spirits e birra, insieme a Extrawine e Consorzi, con le suggestive stanze dell’antico Spedale che ospiteranno “The WineHunter Talks” dal sabato al lunedì, offrendo un’opportunità unica di approfondire tematiche legate al mondo enogastronomico. Al Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione è riservato uno spazio esclusivo per esplorare il mondo del vino attraverso le Masterclasses: sei appuntamenti tra sabato e domenica, per un viaggio sensoriale tra profumi e sapori vinicoli.

“Siena si conferma la capitale del vino e dell’enogastronomia, in un evento ormai tradizionale che apre l’anno degli appuntamenti dedicati al vino e anche la stagione turistica, dopo le festività natalizie –  fa notare il sindaco di Siena, Nicoletta Fabio – ‘Wine and Siena’ unisce storia, tradizione e cultura, permette di vivere la città e le sue bellezze artistiche apprezzando le eccellenze vinicole che si radunano al Santa Maria della Scala per tre giorni. Un evento che punta sempre di più al coinvolgimento del territorio e della città”.

“In primo luogo grazie alla Fondazione Monte dei Paschi di Siena, che ci ospita in questa meravigliosa sede, grazie al Comune di Siena, grazie all’Università, al Monte dei Paschi di Siena, alla Camera di Commercio. Insomma grazie a tutte le istituzioni senesi che sono di nuovo insieme a promuovere e realizzare questo evento che rende onore alla città tutta ed è capace di dare valore a Siena che è realisticamente la capitale del vino in Italia –  osserva Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena – Ma anche nella cultura, ad esempio. Abbiamo istituzioni meravigliose e enormi opportunità che non ci possono che proiettare ancora in avanti. E sono certo che quell’efficiente sistema di organizzazioni e relazioni, che è Gourmet’s International con Helmuth Kocher, continuerà ad essere qui al fianco di Siena. Buon Wine&Siena a tutti”.

“Abbiamo avviato questa nona edizione con l’interessante convegno di Monte dei Paschi di Siena “DOP Economy, tra crescita e futuro”, un perfetto inizio per questo Wine&Siena 2024 – dice Helmuth Kocher, The WineHunter e presidente del Merano WineFestival – Si prospettano giornate intense e all’insegna dell’entusiasmo, The WineHunter apre l’anno di eventi enogastronomici a livello nazionale con Wine&Siena”

“C’è un lavoro enorme dietro tutto questo e le degustazioni, gli eventi, le masterclass che potremo scoprire da domani 27 gennaio. E voglio ringraziare davvero tutti coloro che sono a lavoro in questi giorni e rendono tutto questo possibile – sottolinea Gianpaolo Betti, Enotempora – Un lavoro già iniziato, perché l’allestimento prende il via da inizio settimana e perché Wine&Siena ha già messo in moto altre attività che estendono il perimetro dell’evento. Penso al Fuori Wine&Siena, novità di quest’anno insieme all’Università di Siena che ha messo in moto un modo di fare degustazioni e di parlare di vino in questa città del tutto originale. E perché ci sono anche tante singole aziende e attività turistiche che in modo spontaneo si promuovono con Wine&Siena. Questo vuole dire che l’evento è capace di catalizzare attenzione. E questo vuole dire che l’evento è capace di disseminare. Sta a noi dargli una ulteriore spinta e avviare un lavoro già da martedì 30 gennaio”.

Tutto il programma

Venerdì 26 gennaio Wine&Siena è iniziato con il convegno “DOP Economy tra crescita e futuro” organizzato da Banca Monte dei Paschi di Siena, su invito, nella sede storica di piazza Salimbeni. Alle 18 nella sala stampa della Fondazione Monte dei Paschi, a Palazzo Sansedoni, conferenza stampa di apertura Wine&Siena con brindisi. Alle 20, nel Palazzo Squarcialupi, Santa Maria della Scala, l’evento inaugurale dell’edizione 2024 Small Plates Dinner.

Sabato 27 gennaio dalle 11 alle 18 al Santa Maria della Scala, Palazzo Squarcialupi, i percorsi di degustazione dei prodotti enogastronomici con gli espositori Wine, Wine in Amphora, Food & Spirits, Extrawine e Consorzi, la Winehunter Area, con il banco di degustazione di vini selezionati The WineHunter Award.

Sabato 27 gennaio, anche, porte aperte a Palazzo Sansedoni, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, per due visite guidate su prenotazione (per un massimo di 30 persone a visita), una alle 12 e una alle 17, per prenotare scrivere a info@verniceprogetti.it entro le 12 di venerdì 26 gennaio. Ed ancora, sabato 27, apertura straordinaria e visite guidate del Museo delle Biccherne Archivio di Stato di Siena, Banchi di sotto 52, visite libere dalle 10 alle 13 con ingresso alle 10 ed alle 11:30, visite guidate alle 12 con prenotazione as-si.comunicazione@cultura.gov.it.

Sempre al Santa Maria della Scala, ma nella Sala San Ansano, The WineHunter Talksdalle 12 alle 13, in presenza e live streaming, presentazione Merano InterwineFestival China a cura di China Link e The WineHunter; dalle 15 alle 16, Distillando Moscato in Italia a cura di Marcello Vecchio – ANAG.

The WineHunter Masterclasses – Grand Hotel Continental – Starshotel Collezionedalle 11.30 alle 12.30 la prima masterclass “Tocai… Il vino che cambia nome ma non perde la sua identità”, con Marcello Vagini, delegato AIS Siena; dalle 14 alle 15.30 “Un viaggio dal Piemonte all’Alto Adige, con Paola Castellani, Fisar assapora le differenti armonie evolutive”; dalle 16.30 alle 17.30 “Arte in Anfora: segreti e meraviglie del vino nella storia verso il futuro” con Helmuth Köcher – The WineHunter.

Domenica 28 gennaio dalle 11 alle 18 al Santa Maria della Scala, Palazzo Squarcialupi, continua la degustazione dei prodotti enogastronomici con gli Espositori Wine, Wine in Amphora, Food & Spirits, Extrawine, Consorzi. Ci sarà di nuovo la Winehunter Area, banco di degustazione con vini selezionati The WineHunter Award. Per The WineHunter Talks, Sala San Ansano, Santa Maria della Scala, dalle 10 alle 10.40 Anfora a cura di AICOO; dalle 16 alle 17 “Impariamo a riconoscere l’Olio di Oliva di Qualità” a cura di AICOO.

The WineHunter Masterclasses – Grand Hotel Continental – Starhotels Collezioni dalle 11.30 alle 12.30 “Bolle d’Italia: un viaggio sensoriale tra le eccellenze delle bollicine italiane”, dalle 14 alle 15 “Sotto i cieli di Val d’Orcia: tesori vinicoli tra colline incantevoli e tradizioni autentiche” con Paolo Cepollaro, delegato Fis, dalle 16.30 alle 17.30 “Sinfonia di terroir: Brunello di Montalcino – L’arte di un Rosso Inconfondibile” a cura di Vito Lacerenza, Slow Food e Slow Wine.

Lunedì 29 gennaio dalle 11 alle 18 Santa Maria della Scala, Palazzo Squarcialupi, degustazione di prodotti enogastronomici nella giornata dedicata agli operatori del turismo, della somministrazione, del settore ricettivo e della stampa. Torna l’apertura straordinaria e le visite guidate del Museo delle Biccherne Archivio di Stato di Siena, apertura per visite libere dalle 10 alle 13 con ingresso alle 10 ed alle 11:30, visite guidate alle 12 con prenotazione as-si.comunicazione@cultura.gov.it. L’ingresso è consentito ad un massimo 20 persone per ciascun ingresso e visita con priorità ai possessori di braccialetto Wine&Siena. The WineHunter Talks, Sala San Ansano, Santa Maria della Scala alle 11.30, si terrà la premiazione del ristorante vincitore della V edizione di “Tra Borghi e Cantine. Dove la tradizione incontra il gusto” con Confcommercio Siena; alle 15.30, nella Sala San Ansano, la conferenza stampa di chiusura della nona edizione di Wine&Siena 2024. Nell’occasione saranno presentate le bottiglie donate a QuaVio. L’associazione di assistenza ai malati oncologici ha infatti chiesto ai produttori di donare una loro bottiglia da utilizzare come premio in tombole solidali, lotterie di raccolta fondi e altri eventi, per coprire le spese per lo psicologo di supporto ai pazienti. 

Il Fuori Wine&Siena riserva alcuni appuntamenti enogastronomici di notevole livello. 

Venerdì 26 gennaio, mentre al Santa Maria della Scala (ore 20) si svolge la tradizionale Small Plates Dinner che apre ufficialmente la nona edizione di Wine&Siena, il “fuori salone” propone due cene gourmet. Il Ristorante Alcide a Poggibonsi (Viale Guglielmo Marconi, 67/A) organizza “I tesori di San Gimignano” con Aset, l’Associazione Stampa Enogastroalimentare Toscana, e la collaborazione della Fisar Siena – Valdelsa. La cena gourmet di Alcide (ore 20, max 50 persone, è gradita la prenotazione) ha in degustazione cinque vini dell’azienda Casa alle Vacche di San Gimignano abbinati ai più noti prodotti tipici del territorio, dallo Zafferano di San Gimignano Dop del Vecchio Maneggio, ai formaggi bio di Poggio di Camporbiano, la Chianina di Macelleria Covati (Allevamento Vannini), la “Crema di Santa Fina” con zafferano e pinoli, il gusto più famoso del noto gelatiere Sergio Dondoli della omonima gelateria di Piazza della Cisterna a San Gimignano. Il giornalista e sommelier Sandro Bosticco presenterà il suo “NoteWines, 100 storie di vino che avresti voluto sapere e nessuno ti ha mai raccontato”. A Siena, invece, il ristorante Bruscello Bistrot (Via della Stufa Secca, 1, ore 20) presenta una cena – degustazione con i vini dell’azienda Alessio Komjanc di San Floriano Del Collio (Gorizia). Si tratta di una delle famiglie storiche fra i produttori del Collio, il territorio friulano situato all’estremo confine nord-orientale italiano con la Slovenia, dove si producono vini bianchi di altissima qualità. 

Sabato 27 gennaio, il Grand Hotel Continental Lounge Bar by Sapordivino, (Via Banchi di Sopra, 85, dalle ore 17 alle 21) propone Aperitivo DiVino con l’azienda vitivinicola Scipio di Pitigliano che presenta i suoi due vini di punta, Giudizio Toscana Bianco Igt e Meletello Toscana Rosso Igt, firmati dal famoso enologo Gaspare Buscemi pioniere dei vini “naturali e artigiani”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui