Il sindaco di Siena: “Il Santa Maria della Scala ha una propria vocazione. Nei prossimi giorni incontro con gli organizzatori”

“L’intenzione dell’amministrazione comunale è mantenere e sviluppare ‘Wine and Siena’. Nei prossimi giorni abbiamo già fissato un appuntamento con gli organizzatori per trovare insieme una soluzione in vista dell’edizione del prossimo anno, valutando tutta una serie di ipotesi”. Così il sindaco di Siena Nicoletta Fabio interviene sull’organizzazione di “Wine and Siena”, l’evento enologico di prestigio che celebra la tradizione vinicola e enogastronomica di Siena e dell’Italia.

“Il Santa Maria della Scala, come ho avuto modo di sottolineare più volte, – sottolinea il Sindaco – ha una propria vocazione culturale, che deve essere sviluppata nei prossimi mesi attraverso un’attenta programmazione alla quale il consiglio d’amministrazione, da poco insediato e presieduto da Cristiano Leone, e la direttrice Chiara Valdambrini stanno lavorando. Su questi aspetti e sul fatto che la Sala del Pellegrinaio non potesse più essere utilizzata come è stato fatto, gli organizzatori del ‘Wine and Siena’ sono stati aggiornati fin dai primi mesi dell’insediamento di questa amministrazione. Il nuovo Disciplinare per la concessione in uso temporaneo degli spazi del complesso museale Santa Maria della Scala, comprendente tra gli spazi fruibili la Sala Italo Calvino e le sale modulari VII livello, la sala Sant’Ansano, la sala San Pio e la Cappella del Manto, va inserito in questo contesto”.

“Allo stesso tempo – conclude Nicoletta Fabio – siamo al lavoro affinché ‘Wine and Siena’, evento che negli anni si è consolidato, diventando un punto di riferimento nel calendario di produttori, appassionati, addetti ai lavori, strutture ricettive e turisti, sviluppi ulteriormente interazioni e visioni sul territorio comunale, anche allargando iniziative e appuntamenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui