Lo stabilimento senese di Whirlpool attende i piani dei turchi che saranno elaborati ad aprile e intanto prosegue la cassa integrazione

Arçelik, gruppo turco che produce elettrodomestici, ha ottenuto il via libera dall’Autorità britannica per la concorrenza e i mercati (Cma) per l’accordo tra Whirlpool e Arçelik che porterà alla nascita di una nuova società, con il gruppo turco con una quota del 75% e della multinazionale americana al 25%.

La decisione finale è attesa il 26 marzo. Secondo l’accordo, Whirlpool trasferirà alla nuova società il business europeo dei grandi elettrodomestici con i 7 stabilimenti e tutta la forza lavoro. Arcelik conferirà due stabilimenti produttivi in Romania.

L’Autorità britannica, dopo un iniziale stop per aprire un’indagine approfondita di fase 2, ha dato un aggiornamento in merito alla transazione Arcelik/Whirlpool, rilevando “provvisoriamente che continuerà ad esserci una concorrenza significativa nei prossimi anni. Abbiamo inoltre constatato in via provvisoria che la posizione di mercato di Whirlpool è diminuita, mentre i nuovi operatori nel Regno Unito continuano a crescere a un ritmo significativo. La nostra opinione provvisoria è quindi che, a seguito di questo accordo, i consumatori continueranno a beneficiare di un’ampia gamma di opzioni per i principali elettrodomestici” le parole di Martin Coleman, presidente della commissione indipendente britannica, riferisce una nota.

In attesa del via libera definitivo il 26 marzo, e dei piani turchi che saranno elaborati ad aprile, nello stabilimento senese Whirlpool continueranno i giorni di cassa integrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui