La nuova intesa, per prima cosa, ha definito lo stanziamento di un “plafond Welfare” che sarà utilizzato per l’erogazione di contributi ai lavoratori ed alle loro famiglie

Un “plafond welfare” per l’erogazione di contributi ai lavoratori ed alle loro famiglie, ed un nuovo portale per favorire l’incontro domanda/offerta di lavoro.  Sono misure contenute nell’accordo sottoscritto da Confesercenti, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs Toscana per introdurre importanti aiuti economici e supporti operativi a lavoratori ed imprese del commercio e del turismo della Toscana attraverso EBCT, Ente Bilaterale regionale del comparto.

La nuova intesa, per prima cosa, ha definito lo stanziamento di un “plafond Welfare” che sarà utilizzato per l’erogazione di contributi ai lavoratori ed alle loro famiglie, su tre capitoli di spesa: il primo per le spese di acquisto dei libri scolastici, il secondo per le spese relative ad asili nido/scuole materne e d’infanzia/scuole elementari ed infine un bonus una-tantum per le nascite avvenute nel corso del 2021, ognuno di questi sostegni porterà nelle tasche dei lavoratori un contributo di 150 euro ciascuno; le domande potranno essere presentate a partire dai primi di ottobre, la documentazione necessaria sarà pubblicata nei prossimi giorni sul sito www.ebct.it . Per le aziende il plafond andrà a finanziare interventi formativi sia di carattere obbligatorio che di miglioramento professionale ed aggiornamento.

Contemporaneamente è stato dato avvio al portale “Toscana Jobs” per l’incontro domanda/offerta di lavoro, dal mese di ottobre questo strumento aiuterà a mettere in contatto le aziende che ricercano personale e tutte le persone in cerca di una occupazione.

Per favorire una capillare diffusione delle informazioni sui bandi welfare e sul funzionamento del portale ma anche per supportare gli interessati nella compilazione delle rispettive modulistiche sono già stati attivati appositi Centri Servizi Territoriali situati presso le sedi della Confesercenti e da specifici sportelli informativi che sono presenti presso le sedi territoriali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs della Toscana.

Le parti sociali hanno poi definito azioni di sensibilizzazione sui temi della sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare nella gestione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale, un servizio fondamentale ancora non percepito nella giusta misura;  l’accordo, inoltre, stabilisce i meccanismi di funzionamento di alcune  Commissioni che potranno risolvere molti problemi a lavoratori ed imprese, sia per il rilascio dei pareri di conformità sui Piani Formativi Individuali degli Apprendisti sia per velocizzare la risoluzione bonaria delle eventuali vertenze di lavoro.

Presenti al tavolo  per la Confesercenti Toscana il Presidente Nico Gronchi, il Direttore Massimo Biagioni ed il Coordinatore delle politiche del lavoro Roberto Maestrini, per la Filcams-Cgil Toscana il Segretario Generale Stefano Nicoli e Mariano Di Gioia, per la Fisascat-Cisl Toscana il Segretario Generale Alessandro Gualtieri e per la Uiltucs Toscana il Segretario Generale Marco Conficconi, tutti hanno espresso grande soddisfazione per la firma dell’accordo che arriva dopo un serrato periodo di confronto e che da concretezza agli obiettivi della bilateralità, attivando aiuti, sostegni e strumenti operativi  a favore dei lavoratori e delle imprese del terziario della Toscana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui