Oltre 1,5 milioni di euro investiti, in larga parte frutto del PNRR

Gli ultimi due sopralluoghi rappresentano un investimento complessivo di oltre 1,5 milioni di euro in larga parte frutto delle risorse del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza. “Due interventi – dice il sindaco David Bussagli – che proseguono secondo programma e che riguardano la riqualificazione di uno spazio di inclusione importante e l’efficientamento di un luogo di cultura centrale per tutto il territorio”.

La prima tappa del viaggio ha riguardato il condominio di via Trento. “Un immobile  dal grande valore sociale che stiamo riqualificando con un investimento di 950.000 euro”, dice il sindaco. L’edificio in questione è un fabbricato di cinque piani che ospita il Centro sociale Insieme, con sale ricreative e punto ristoro e che, ai piani superiori, ospita otto appartamenti destinati ad anziani e persone fragili oltre a famiglie in difficoltà economica. L’intervento riguarda operazioni di manutenzione straordinaria e di efficientamento energetico che interessano tutti gli appartamenti con rifacimento servizi, impianti, tubazioni, allacci, imbiancature. “I lavori sulla parte impiantistica sono in fase avanzata e procedono con la pavimentazione – prosegue il primo cittadino – Contiamo di completare la sistemazione e la riqualificazione degli appartamenti entro l’anno per poterli restituire alla comunità”.

Seconda tappa del viaggio nei cantieri è stato il cinema teatro Politeama dove è in corso l’intervento di efficientamento cofinanziato con risorse del PNRR. Un investimento complessivo di 580.000 euro di cui 480.000 euro di contributo da parte del Ministero della Cultura. “Un intervento che si inserisce in un programma ben più vasto di efficientamento degli immobili pubblici della nostra città – dice Bussagli – Il montaggio dei pannelli fotovoltaici sul tetto è già terminato e l’intervento prosegue con tutta una serie di lavorazioni interne che riguardano gli impianti per migliorare ed efficientare il sistema di riscaldamento e raffreddamento delle sale e degli spazi dell’edificio”.  “L’obiettivo – chiude il sindaco – è quello di rendere il Politeama il più possibile autonomo da un punto di vista energetico e farne uno dei primi eco teatri. Un risultato importante sia in termini di contributo alle politiche ambientali sia in termini di sostenibilità delle politiche culturali che in larga parte di realizzano proprio in questo spazio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui