Durante la seduta del Consiglio Comunale di ieri, venerdì 21 luglio, l’assessore ala mobilità ha risposto all’interrogazione di Micheli (Pd)

“Miglioramento dei tempi di percorrenza con conseguente decongestionamento del traffico”. Così l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Siena Massimo Bianchini ha risposto a un’interrogazione discussa oggi, venerdì 21 luglio, durante la seduta del Consiglio Comunale. L’interrogazione, in merito allo stato dell’arte degli interventi programmati per decongestionare i flussi e migliorare la sicurezza per veicoli e pedoni lungo l’asse viario viale Toselli-Ss73 Levante, è stata presentata dal consigliere del gruppo Partito Democratico Luca Micheli.

“Dopo l’approvazione ad agosto 2022 del progetto definitivo dei lavori della viabilità di connessione di Via Marzi con Piazza Maestri del Lavoro – ha spiegato Bianchini -, si è provveduto a perfezionare il frazionamento dello ‘stato di fatto’ delle aree interessate. In quella zona infatti il fosso ‘Riluogo’ scorre dentro a un manufatto scatolare in cemento armato, nel sottosuolo; dopo la sua costruzione la mappa catastale era rimasta quella dell’antico tracciato del fosso, rendendo difficile identificare le superfici di occupazione .L’effettiva posizione delle ‘acque demaniali’ non era quindi mai stata messo a posto dai lottizzanti, quindi gli uffici tecnici comunali hanno provveduto, di concerto con gli uffici del Demanio dello Stato, a effettuare rilievi, frazionamenti e deposito presso il Catasto delle mappe aggiornate. Il procedimento a questo punto si è concluso”.

“Per quanto riguarda il decongestionamento dei flussi – ha sottolineato l’assessore – e dal punto di vista della mobilità, il progetto ha lo scopo di migliorare la viabilità interna della zona artigianale-commerciale di viale Toselli compresa tra la rotatoria Toselli-Busseto e la rotatoria Toselli-Aretina-Ricercatori, creando un bypass dell’asse viario principale a servizio della zona con notevole conseguente miglioramento dell’accessibilità sia veicolare che pedonale dell’area. La viabilità di progetto avrà la funzione di viabilità di servizio della zona, in quanto le sue caratteristiche la rendono poco appetibile a costituire un’alternativa alla rete principale per la presenza dei numerosi accessi, della sosta lungo strada e del percorso non diretto rispetto al viale Toselli. La nuova viabilità di servizio, oltre a sgravare il tratto di viale Toselli compreso tra le due rotatorie dei flussi di traffico diretti all’area artigianale-commerciale, apporta un notevole beneficio all’accessibilità dell’area ed in particolare riduce in modo considerevole il percorso di uscita verso nord dalla zona di piazza Maestri del Lavoro, con conseguenti benefici ambientali e sulla sicurezza stradale. Infatti allo stato attuale tale percorso (piazza Maestri del Lavoro – via dei Ricercatori – rotatoria dei Due Ponti – tratto di viale Toselli – rotatoria di Busseto) è di circa 1,3 chilometri per ridursi con l’intervento previsto a soli 400 metri (tratto di via B. Marzi – rotatoria di Busseto) con un tempo di percorrenza inferiore di almeno tre volte rispetto all’attuale”.

“Per quanto riguarda la questione della viabilità complanare che unirebbe via Marzi a Maestri del Lavoro – ha proseguito l’assessore – l’intervento denominato ‘completamento delle opere di urbanizzazione per la mobilità interna lungo il viale Toselli; lavori di connessione e riqualificazione della viabilità tra Piazza Maestri del Lavoro e Via B. Marzi” è inserito nella programmazione annuale dei lavori pubblici approvata. L’ipotesi iniziale era quella di appaltare i lavori entro l’anno 2023 in corso, per vederne l’esecuzione quindi durante l’anno prossimo 2024”.

Il consigliere Luca Micheli (Pd) si è dichiarato soddisfatto: “Mi auguro che i tempi siano rispettati, da viale Toselli passano 33mila automobili al giorno ed è la via più trafficata di Siena. E’ necessario accelerare i tempi per sgravare dal traffico questa strada prima possibile. Invito ad attenzionare anche la zona dei Due Ponti e trovare una soluzione al problema della fogna, che genera spesso cattivo odore, soprattutto nel periodo estivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui