Lo ha deciso la giunta comunale. Chiesta l’iscrizione alla piattaforma ministeriale dei cammini religiosi

Il Comune di Siena fa parte dell’associazione “Dmo Via Lauretana Ets”. La giunta comunale, nella seduta di ieri, giovedì 7 settembre, ha dato il via libera all’adesione all’associazione del terzo settore, su proposta dell’assessore al turismo Vanna Giunti.

Gli obiettivi dell’associazione “Dmo Via Lauretana” (“Destination management organization via Lauretana”), alla quale il Comune di Siena contribuisce attraverso il versamento della quota sociale di mille euro per gli anni 2023 e 2024, sono la promozione sinergica del territorio attraversato dal cammino religioso, lo sviluppo della collaborazione fra operatori turistici ed enti pubblici, la formazione degli operatori e la consulenza alle imprese, l’offerta dei servizi necessari alla valorizzazione delle risorse turistiche e promozione dei prodotti agroalimentari del territorio.

“L’obiettivo – spiega l’assessore Vanna Giunti – è quello di creare una visione strategica basata su un approccio organico, partecipato e rappresentativo capace di coinvolgere Enti pubblici e soggetti privati e aumentare l’attrattività e la permanenza dei turisti sul territorio”. In sostanza la Dmo si occuperà della governance delle politiche turistiche di prodotto, di organizzare e gestire l’offerta turistica locale, qualificare servizi e prodotti turistici, anche grazie alla promozione di ricerche di mercato, creare sinergie fra enti pubblici e imprese private, rafforzare l’offerta coordinando informazione e accoglienza turistica. L’associazione, inoltre, potrà affittare locare e acquistare beni mobili e immobili necessari alle perseguimento delle finalità per le quali è nata. Fra le attività della Dmo anche quelle con finalità civiche, solidaristiche e utilità sociale, interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, organizzazione e gestione delle attività culturali, artistiche e di interesse sociale, di attività turisitiche di interesse sociale culturale o religioso.

“Fare parte della Dmo Via Lauretana – sottolinea l’assessore Giunti – rappresenta un valore aggiunto per la città di Siena e per le realtà circostanti, che ci permetterà di unire le forze e collaborare in modo sinergico alla promozione di un territorio ricco di storia, bellezze artistiche e paesaggistiche. Siena e le Crete sono già molto conosciute nel mondo ma non dobbiamo dimenticarci del territorio che ci circonda e delle sue caratteristiche e potenzialità che meritano di essere fatte conoscere ad un pubblico più vasto”.

La giunta comunale ha anche deciso di presentare domanda per l’iscrizione alla piattaforma ministeriale dei cammini religiosi. “Questa richiesta – evidenzia l’assessore al turismo Vanna Giunti – è un tassello importante per un settore turistico che sia capace di richiamare a Siena e sul territorio un tipo di visitatori diverso. L’obiettivo è allungare la stagione turistica grazie ai percorsi religiosi, la cui potenzialità è quella di far conoscere le bellezze paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche di un’area più vasta. Inoltre l’iscrizione, se verrà accettata, permetterà di partecipare ai futuri bandi ministeriali per l’assegnazione di risorse economiche. Adesso rimaniamo in attesa di conoscere l’esito della domanda”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui