università Siena

Sarà possibile inviare la candidatura al master di secondo livello fino al primo marzo

Sono aperte le iscrizioni al master in “Bioinformatica e data science” dell’Università di Siena, giunto alla quarta edizione. Per iscriversi al master, di secondo livello e di durata annuale, occorre essere in possesso di un titolo di laurea magistrale. Le iscrizioni sono aperte fino al primo marzo 2024.

Il master è strutturato in modo da consentire anche a chi già lavora di partecipare: la didattica e gli esami sono interamente a distanza e con orari e giorni delle lezioni che permettono anche la frequenza di studenti lavoratori.

Il Master è aperto a persone con competenze di base diverse, sia in area bio-medicale che in area informatica, matematica, chimica o fisica. Sono previsti alcuni corsi iniziali di allineamento.

Il corso nasce per formare una figura professionale molto richiesta dal mercato del lavoro ed anche per una forte richiesta da parte di aziende del territorio dell’ambito biotech e fornisce competenze multidisciplinari, ma ha soprattutto un taglio applicativo, con un periodo lungo di tirocinio in imprese o in laboratori di ricerca, orientato all’inserimento nel mondo del lavoro.

Informazioni complete per iscriversi sono disponibili sul sito dell’Università di Siena nella sezione dedicata al post laurea: www.unisi.it/didattica/post-laurea/masters/bioinformatica-e-data-science-1 o sul sito del master: biods.diism.unisi.it

Il master prevede un primo periodo di formazione di 6 mesi di corsi a distanza, seguiti da un periodo dai 6 agli 8 mesi di tirocinio presso imprese o laboratori biotech, con cui il master collabora, o presso laboratori di ricerca pubblici o privati. Gli studenti possono fare il tirocinio presso le aziende o laboratori con cui il master ha già delle collaborazioni o anche individuare in autonomia l’azienda o il laboratorio di stage. Gli studenti lavoratori possono fare il tirocinio anche presso l’azienda in cui lavorano. Sono 25 i posti a disposizione; il costo di iscrizione previsto è tremila euro e sono disponibili borse di studio dell’INPS per coprire le spese di iscrizione di dipendenti della pubblica amministrazione.

Data l’enorme mole, sempre crescente, di dati biomedici a disposizione nei data base pubblici è ormai imprescindibile avere competenze trasversali di informatica, biologia, medicina, intelligenza artificiale e data science. Competenze utili, ad esempio, per sviluppare farmaci e vaccini per affrontare nuove malattie, e per realizzare diagnosi e analisi di immagini assistite da strumenti computazionali.

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione anche con i ricercatori degli altri atenei toscani e del CNR di Pisa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui