A metà luglio l’Università di Siena scegliere il successore di Francesco Frati come rettore. Tre i candidati che si sono messi a disposizione dell’ateneo. Frati ha tracciato un bilancio del suo mandato

Intervistato dalla Gazzetta di Siena il prof. Francesco Frati, attuale rettore dell’Università di Siena, ha dichiarato che il suo interessamento è tutto per la vita accademica.

“Intanto mancano ancora sei mesi” – ha detto ai nostri microfoni il rettore – “mesi di lavoro importante e diverse partite cruciali per l’Università. Penso al Pnnr, al piano per l’edilizia, fino al termine dell’aula magna delle Scotte”.

Il bilancio del mandato di Frati

“E’ stata un’esperienza coinvolgente, che ho sviluppato in questi anni con l’entusiasmo di chi ha a cuore le sorti dell’Università e di chi ha cuore la formazione degli studenti di questo paese. Sono profondamente convinto del ruolo dell’Università pubblica nella formazione nazionale. Sono interessato a come si svilupperà questa fase pre- elettorale, abbiamo già tre candidati che si sono formalmente presentati e il confronto sta andando avanti. Anche questo è un momento bello per l’ateneo, un momento di crescita perchè tutti prendono parte a questo dibattito per migliorare la nostra attività”.

Frati tornerà ad occuparsi solamente della vita accademica?

Nel nostro spazio settimanale dedicato alla politica in vista delle amministrative a Siena nel 2023, il Borsino del sindaco, abbiamo più volte ipotizzato il nome di Frati come “spendibile” da parte di una eventuale coalizione di centro-sinistra.

Ma il rettore ha smentito un suo eventuale interessamento alla vita politica, almeno per adesso. Il suo interesse è tutto rivolto verso la vita accademica.

“Io non sono un politico, non lo sono mai stato e non credo lo diventerò mai.” – ha detto Frati- “Per il momento la mia attenzione nei prossimi mesi è dedicata all’Università e successivamente nel ritornare a fare il mio lavoro di professore con gli studenti, con la ricerca, con le collaborazioni internazionali che un pò, lo devo dire, mi sono mancate in questi sei anni, e che non vedo l’ora di riprendere”.

I tre candidati

Sono attualmente in tre in corsa per la nomina a rettore dell’Unisi.

Il professore Dotta ordinario di Endocrinologia e direttore del Dipartimento di Scienze Mediche, già delegato alla sanità; la professoressa Sonia Carmignani, già prorettore dell’ateneo e docente di Diritto agrario del Dipartimento di Giurisprudenza, prima donna che potrebbe ricoprire il ruolo di rettore a Siena; il professor Roberto Di Pietra, ordinario di Economia aziendale e direttore del Dipartimento di Studi aziendali e giuridici.

Il meccanismo del voto

Per la votazione sono previsti tre turni in tre date già individuate: il 7 luglio, il 13 e il 19 luglio. Nella prima votazione sarà necessario raggiungere la maggioranza assoluta per essere eletto, nella seconda, invece, occorrerà la maggioranza dei voti dei votanti. La terza data, infine, per un eventuale ballottaggio.

Novità di quest’anno è che, per la prima volta, viene introdotto il voto telematico esprimibile da remoto, ma si potrà votare anche in presenza.

La commissione elettorale è presieduta dal decano Luca Chiantini ed è formata da altri 4 docenti, Massimiliano Bellavista, Giulia Giovani, Luisa Bracci e Federico Lenzerini.

Il giornalismo è una professione che non si sceglie, è lui che sceglie te. Ho sempre creduto che il valore di un vero professionista sta nel fatto di mettersi completamente a servizio del "racconto", stare un passo indietro piuttosto che sentirsi gli attori di ciò che scriviamo. Noi siamo solo il tramite per far arrivare il "racconto". Per questo prendo in prestito le parole di Joseph Pulitzer per ricordare la raccomandazione più importante: "Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce."

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui