Luigi Carli, Preisdente dell’Associazione Anglo-Arabo corse: “La rassegna permette maggiore visibilità dei puledri e un confronto diretto non da poco”

Si terrà sabato 5 novembre (in caso di maltempo l’evento sarà posticipato a domenica 6) nella location della Fortezza Medicea sarà una data importante e fondamentale per sottolineare il rapporto tra la città e la passione per i cavalli e per delinearne, anche, un nuovo corso.


Grazie al sostegno dell’amministrazione comunale l’associazione Angloarabo corse organizza infatti la prima rassegna dei puledri angloarabi, una novità per il continente, sulla scia di quella che ormai in Francia, altro paese dove questa tipologia di cavallo ha un forte impatto, è una consuetudine.Siena quindi si appresta a coprire in maniera assoluta il mondo del cavallo atleta, non solo durante la sua fase agonistica e nel post carriera grazie al pensionato dei cavalli da Palio, ad esempio, ma si pone al centro del mondo cavallo anche dal punto di vista allevatoriale.


Luigi Carli, al secondo mandato da presidente dell’associazione, non nasconde la soddisfazione di aver fatto nuovamente un passo importante, l’ennesimo dell’associazione “l’idea è stata di alcuni allevatori, primi fra tutti Pacchierotti ed Andreini sulla scia di un boom allevatoriale degli ultimi anni nella nostra zona e sui fasti di un passato importante, in fatto di qualità e risultati, di questa città in questo settore. I numeri, per una serie di fattori, sono stati importanti in zona e senza dubbio, tolta la Sardegna ed il bacino di Anguillara di Narduzzi,  siamo noi senesi i maggiori allevatori di anglo arabi. C’era dunque la necessità di una vetrina, sia per  dare una soddisfazione a chi negli anni si è scoperto o riscoperto allevatore sia per favorire anche il mercato dei proprietari che grazie al Palio ed alla provincia sono sempre in costante ricerca.La rassegna permette una maggiore visibilità dei puledri ed un confronto diretto non da poco. “

La risposta degli allevatori ha premiato la vostra idea?
” si èd anche in maniera inaspettata, ad ora saranno 46 i puledri che si alterneranno nel ring, con una percentuale maggiore di presenze ovviamente da allevatori senesi, poi I Clodia e qualche arrivo extra. Purtroppo marcheranno visita i puledri sardi a causa delle spese esose di trasporto. “


Come si svolgerà questa giornata?

” i puledri saranno divisi per sesso ed anno, parteciperanno i nati del 2020  e del 2021, ci saranno quindi 4 sezioni, da ognuna emergeranno i migliori 4 ed i vincitori di ogni sezione si confronteranno poi nel pomeriggio per determinare il nome del vincitore della rassegna. Ci sarà poi la presenza di alcuni stalloni “di grido” legati al mondo allevatoriale dell’AA.
I puledri sfileranno nel ring e saranno giudicati sulla base dei criteri classici, ci sarà però, e non poteva essere altrimenti, una menzione speciale per il miglior puledro morfologicanente adatto al Palio.

La giuria sarà composta da una serie di nomi che aumentano il prestigio dell’evento:
Guido Berardelli
Francesco Fusi
Carlo Alberto Minniti
Massimo Parri
Paolo Puddu.

Sarà una giornata storica ed importante per tutto il movimento che ruota intorno all’AA, frutto di tanto impegno e tanto lavoro di un gruppo, quello dell’associazione, che lavora con obiettivi concreti, le ultime parole le voglio dedicare proprio a loro, al consiglio dell’associazione composto da Roberto Bonucci, Osvaldo Costa, Federico Andreini, Ilaria Bisconti  ed alla commissione incaricata della rassegna di cui faccio parte io insieme a
Roberto Bonucci
Federico Andreini
Osvaldo Costa
Simone Pacchierotti
Paolo Boschi
Alessandro Carli
Paolo Corsi e Giulia Stobione.
Il loro apporto e supporto è stato ed è fondamentale per questo evento che segna una tappa importante e nuova nell’eterno legame di passione ed amore fra Siena edi cavalli.

Nata sotto il segno dei pesci. Narratrice di storie di polvere e provincia e uomini di cavalli. "L'aria del paradiso è quella che soffia tra le orecchie di un cavallo" ( proverbio arabo)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui