turismo vaaldimerse

Valdimerse e turismo, 2024 di presenze in crescita secondo Booking. Gli operatori: lavorare su decoro, collegamenti e identità

Il 2024 per il turismo in Valdimerse è partito in crescendo, con un + 12 per cento nelle prenotazioni di coppie e single, ed un aumento dei tempi di permanenza.

La striscia positiva del 2023 dunque si allunga. Ma non mancano gli spunti per migliorare l’accoglienza e consolidare in prospettiva la percezione di questo territorio come destinazione turistica. E’ emerso anche questo dal partecipato Forum turistico realizzato ieri mattina da Confesercenti Siena al Centro culturale La Tinaia di Sovicille.

Una ricca serie di interventi, sia programmati che spontanei, grazie ai quali si sono confrontati imprenditori, istituzioni e residenti del territorio. A presentare dati freschi è dato Giuseppe Salomi, Area manager per Booking.com: “Dalle prenotazioni che intercettiamo emerge una effettiva destagionalizzazione” ha detto.

“I primi due mesi del 2024  danno seguito a quanto già visto l’anno scorso, in particolare con il + 10 per cento di maggio.

Cresce la permanenza media e l’anticipo sui tempi di prenotazione. Le strutture ricettive di Sovicille spuntano un gradimento medio di 8,9 da parte dei turisti, per due terzi in arrivo dall’estero”. 

Un fenomeno che interessa nell’area 59 strutture ricettive, capaci di ospitare 124mila presenze nel 2023 (10 mila in più rispetto all’anno prima, e al netto delle locazioni turistiche) secondo i dati esposti dal Presidente del Centro Studi Turistici, Giancarlo Farnetani. Un capitale da valorizzare per voce degli stessi operatori, curando le infrastrutture e valorizzando l’identità del territorio prima ancora di fare rete con quelli circostanti.

 “L’estensione a Sovicille del festival fotografico SienaAwards è un esempio tangibile di sinergia con buone ricadute turistiche” ha osservato il Presidente di Confesercenti, Leonardo Nannizzi. “Iniziative che guardano alla domanda di autenticità, ad esempio ‘Sovicille delle meraviglie’. Queste hanno un potenziale che va oltre la promozione comunale” ha aggiunto il sindaco, Giuseppe Gugliotti.

E se autenticità chiama sostenibilità, le imprese possono sfruttare maggiormente strumenti come i finanziamenti “Sabatini green”, esposti da Giulia Vivarelli  (Responsabile Credito Confesercenti) o la certificazione Gstc, illustrata da Carmine Diurno (Responsabile area turismo Confesercenti Siena).

Articolato anche l’intervento di Rosanna Recchi, Presidente della Pro loco. Sia l’ente pubblico che i privati possono giocare ruoli importanti per il futuro turistico dell’area.

Serve cura della sentieristica, decoro paesaggistico, collegamenti più efficaci con il capoluogo e maggior consapevolezza dei ‘tesori’ territoriali. Sono tra le proposte segnalate dagli interventi del pubblico, rivolti anche alle potenzialità inespresse di realtà come il chiostro di Torri, destinatario di ingenti finanziamenti di recupero e atteso a prossima riapertura.

Comune a molti anche la volontà di mantenere vivo il collegamento tra operatori. “Questo Forum è stato il primo a Sovicille dopo lungo tempo” ha chiosato il moderatore Antonio Munafò, imprenditore e membro di Confesercenti. “Ma probabilmente – ha concluso – sarà seguito a breve da altri, data  la forte esigenza di fare rete, espressa dagli operatori, e di compattarsi in forma associativa per  meglio promuovere le proprie istanze e proposte”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui