Tiemme fornisce chiarimenti sulla modalità di calcolo del numero di persone consentito a bordo

Il nodo del trasporto scolastico è stato uno dei più difficili da sciogliere in vista della ripartenza della scuola. Il decreto ministeriale dell’8 settembre ha stabilito la capienza massima dei bus all’80%, ma come si calcola il numero giusto dei passeggeri trasportabili a bordo?

La risposta arriva da Tiemme, che fornisce chiarimenti utili ai passeggeri nonché ai rappresentanti degli Istituti scolastici e degli enti di riferimento del territorio circa la modalità di calcolo della soglia massima dell’80% di utenti trasportabili.

Secondo le prescrizioni del DPCM dell’8 settembre 2020 e quindi dell’ordinanza n° 85 della Regione Toscana, la capienza massima vigente è pari all’80% dei posti totali (indicati dalla somma dei posti a sedere più i posti in piedi). Il numero dei posti totali varia a seconda del modello di autobus ed è indicato sulla carta di circolazione di ciascun mezzo.

Sempre le sopracitate normative di riferimento, specificano che nel trasporto delle persone deve essere privilegiato l’utilizzo dei posti a sedere (fino al loro esaurimento di disponibilità) ma è consentita anche la possibilità di viaggiare in piedi, pur sempre nei limiti di quanto le norme consentono.

Inoltre, si precisa che nelle corse dedicate ai servizi scolastici si può superare la soglia dell’80% per un massimo di 15 minuti durante il percorso.

Nel caso dunque di transiti di autobus con persone che viaggiano in piedi ciò non si traduce automaticamente in autobus sovraffollato ed oltre la suddetta capienza dell’80%.

Comportamenti a bordo

Si ricorda, inoltre, che come indicato tramite apposito materiale informativo presente alle fermate e a bordo, i passeggeri devono obbligatoriamente indossare la mascherina per tutto il viaggio. La responsabilità individuale di tutti gli utenti dei servizi di trasporto pubblico rimane un punto essenziale per garantire il distanziamento interpersonale o comunque per la tenuta di comportamenti corretti.

Monitoraggio del servizio

In questi primi giorni di assestamento del servizio di trasporto pubblico in rapporto alla definizione degli orari scolastici, Tiemme sta effettuando monitoraggi costanti anche in prossimità di principali snodi di fermata, in modo da garantire la corretta distribuzione di utenti a bordo ed attivare prontamente le eventuali necessità di corsa bis sulle tratte che lo necessitano.

In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico e il rientro nelle scuole di migliaia di studenti ASSTRA, Associazione Trasporti, ha pubblicato un apposito video informativo che racconta le misure adottate dalle aziende di trasporto pubblico locale per garantire la sicurezza sanitaria dei passeggeri e del personale.

Per vederlo clicca qui:  https://www.youtube.com/watch?v=DaCIJ_6gbcY

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui