Organizzato dai sindacati Filt cgil, Filt cisl e Uiltrasporti il “Tour in pollicino” per denunciare i problemi della viabilità cittadina senese

È partito da Piazza Sant’Agostino alle 12:30 di oggi, 03 agosto, il “Tour in pollicino” organizzato dai sindacati senesi dei lavoratori dei trasporti Filt Cgil, Filt Cisl e Uiltrasporti.

Una forma alternativa e provocatoria di esposizione quella messa in atto dalle organizzazioni sindacali, che hanno avuto modo di far provare in forma diretta le problematiche inerenti alla viabilità cittadina senese riguardante la zona di Via San Pietro, Piazza Postierla e Via Stalloreggi conseguentemente ai provvedimenti attuati per l’emergenza Covid-19.

Una zona di difficile gestione già in situazioni di normalità e resa ancor più rischiosa a causa delle ordinanze relative alla concessione del suolo pubblico alle attività di ristorazione.

“Non ci opponiamo a nessuno, non abbiamo nulla in contrario all’ampliamento della concessione del suolo pubblico” hanno dichiarato i rappresentanti sindacali presenti, Simone Fulchieri, segretario provinciale Filt Cgil di Siena, Pierluigi Ballerini, segretario provinciale Filt Cisl di Siena, e Mauro Fanti, segretario provinciale Uiltrasporti di Siena “ma il transito dei pollicini non può coesistere con l’aumento dei tavoli, è un rischio per noi, per i ristoratori, per i cittadini e per i turisti”.

I lavoratori dei trasporti si trovano a dover guidare in strade rese più strette, a eseguire manovre a diretto contatto con i tavolini dei ristoranti, in una situazione che rende più pericolosa la gestione del mezzo pubblico.

Il rischio di incorrere in un incidente stradale è evidente” ha poi aggiunto Ballerini “in caso di ferite riportate che causino morte o una malattia con prognosi superiore a 40 giorni il responsabile del sinistro dovrà rispondere penalmente della sua condotta. La sospensione o la revoca della patente provocherebbero di conseguenza anche la perdita del lavoro”.

La nostra preoccupazione, però, va oltre gli autisti” ha aggiunto Fulchieri “si rivolge alle persone comuni, ai cittadini e ai turisti che finalmente stanno tornando nella nostra città”.

Una problematica, quella esposta dai sindacati, che è stata portata all’attenzione delle autorità cittadine attraverso una lettera (in allegato al termine dell’articolo) inviata all’ormai ex prefetto di Siena Armando Gradone, al vice sindaco Andrea Corsi, al comandante della Polizia Municipale di Siena Cesare Rinaldi, al direttore generale Tiemme Spa Piero Sassoli e al capo Ufficio Movimento Sede Operativa di Siena Filippo Giustarini. “Cerchiamo un confronto, un dialogo. Vorremmo trovare una soluzione vantaggiosa e sicura per tutti, ma per adesso nessuno ha risposto al nostro appello” ha sottolineato Fulchieri,mostrando la propria preoccupazione a riguardo. La proposta dei sindacati è quella di modificare la viabilità almeno durante le ore dei pasti, quando i ristoranti si trovano nel pieno della propria attività. La strada alternativa proposta è quella di Via delle Cerchia in ambo i sensi di circolazione, già adottata dall’azienda Tiemme Spa durante i giorni del palio, quando la viabilità all’interno del centro storico subisce dovute variazioni.

Intervista a Simone Fulchieri

Francesca Bonelli Grisostomi
Scrivere sempre, scrivere nonostante, scrivere e basta. ᴄ̴ᴏ̴ɢ̴ɪ̴ᴛ̴ᴏ̴ sᴄʀɪʙᴏ ᴇʀɢᴏ sᴜᴍ

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui