Esplode la rabbia degli cittadini del sud della provincia: “Sembra tagliata con un frullino”

Non si sa se sia il caldo torrido di questa prima estate post pandemica a dare alla testa a certe persone che vivono in provincia di Siena: di certo, questo, non può considerarsi un’attenuante, ma piuttosto un aggravante dell’episodio accaduto qualche giorno fa in piena Valdichiana. Grazie ad una segnalazione sul gruppo Facebook “Piazza Poliziana” un cittadino di Montepulciano ha messo alla luce un atto vandalico nei confronti di una postazione informativa posta a metà della Strada Provinciale 135, a cavallo tra il comune poliziano sopracitato e quello di Torrita di Siena. Questa, messa a disposizione dalla Strada del Vino Nobile di Montepulciano, ha il compito di offrire delucidazioni sulla zona circostante ai turisti che transitano per quello stesso tratto di percorso, in modo da fornire una più chiara visione del territorio limitrofo.

Una stazione di sosta sicuramente più utile negli anni passati, quando non esistevano navigatori e mappe digitali, ma che non per questo dev’essere vittima di qualsiasi intervento di distruzione da parte dell’avventore comune. Che non sia stata una folata di vento a buttarla giù, a tutti gli effetti, lo si evince dal modo in cui i pali che sorreggono la postazione sono stati tranciati. “Sembra tagliata con un frullino”, scrive un utente particolarmente attento. “Solo gente senza cervello può fare certe cose“, scrive un altro, indispettito alla visione del reato. Da quel che si dice, questo non é il primo caso di vandalismo nel sud della provincia di Siena: un fenomeno recidivo, insomma, dettato dalla maleducazione della gente che si crede invincibile di fronte alla legge e alle autorità.

I pali che sorreggono la postazione informativa della SP135: uno di essi, quello di destra, sembra tagliato di netto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui