Dal 26 dicembre torna Praesepium, a cura della Casole Eventi. I ringraziamenti del sindaco Andrea Pieragnoli

Torna quest’anno una delle rievocazioni della Nascita di Gesù più ammirate della Toscana e d’Italia.

Tornerà quindi tra il 26 dicembre e il 7 gennaio a Casole d’Elsa la Natività di “Praesepium”, certificata dalla Regione Toscana, un’operazione che muove circa 350 figuranti locali.

Se Casole è teatro, da sempre, di grandi manifestazioni, essendo terra fertile per le associazioni le quali danno il meglio di se in ambito sociale, culturale, ricreativo e sportivo, questo evento per la sua qualità ha saputo negli anni distinguersi e farsi ammirare anche da molto lontano.

“In questo periodo natalizio, non possiamo non elogiare l’associazione Casole Eventi e tutti coloro che ne fanno parte – spiega il sindaco Andrea Pieragnoli – e non possiamo non ringraziarli, per gli enormi sforzi, sacrifici e soprattutto per l’enorme dedizione, con cui, in questi mesi, stanno allestendo uno degli eventi più spettacolari ed importanti per Casole, Praesepium”.

Purtroppo la pandemia prima e le conseguenti misure precauzionali dopo, hanno lasciato per lungo tempo i casolesi, ma pure i valdelsani, privati di questo spettacolo emozionante, ma quest’anno finalmente potrà tornare in scena grazie alla “caparbietà dell’associazione”.

E proprio in questi giorni, alcuni dell’amministrazione, sono voluti andare a visitare quello che sembra un vero set cinematografico, per trovare gli attori locali: la cosa che più li ha colpiti è vedere come , nonostante le temperature e la stanchezza “nessuno di loro ha perso il sorriso o la voglia di spendere il loro tempo libero, per regalare alla propria comunità un evento ancor più coinvolgente”.

Questa rappresentazione è stata premiata anche in Vaticano, ed ha ricevuto premi quali “miglior presepe vivente”.

Ma quello che rende felici i casolesi è poter ancora una volta rendere bello e accogliente il proprio paese, che diventerà una piccola Betlemme, pronta ad ospitare quella nascita che, oltre duemila anni fa, ha cambiato la storia dell’umanità.

La Casole Eventi invitata a Roma

Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui