Ecco tutto il programma: si parte giovedì 22 giugno

Conto alla rovescia per il Torrita Blues Festival che dal 22 al 24 giugno 2023 porterà ad esibirsi nella splendida cornice del borgo medioevale di Torrita di Siena (SI) grandi artisti nazionali ed internazionali della scena blues contemporanea. Si parte Giovedì 22 giugno con la cena Blues in Piazza Matteotti ed i concerti delle tre band vincitrici di Effetto Blues: Low Town (Domodossola), Matteo Pizzoli’s True Grit (Brescia), Lil Mama Blues (Cuneo).

Venerdì 23 giugno sarà la volta di Irene Grandi con il suo nuovo progetto live “Io in Blues”, dove l’artista fiorentina interpreterà i suoi brani riarrangiati in chiave rock-blues insieme ai grandi successi del soul e del blues. Con lei sul palco i musicisti Pippo Guarnera, Saverio Lanza, Fabrizio Morganti e Piero Spitilli. La stessa sera anche i concerti del Trio Insolito composto da due Armoniche a Bocca, Violoncello, Tamburi a Cornice e Percussioni e The Crowsroads, duo folk-rock-blues italiano dal sound essenziale, ruvido e coinvolgente, formato dai fratelli Matteo (chitarra, voce) e Andrea Corvaglia (armonica, voce). Vincitori dell’edizione 2022 di Italian Blues Change saranno loro a rappresentare l’Italia nelle finali europee del Blues in Polonia.

Dai più grandi festival, come il Royal Albert Hall Blues Fest ed il leggendario Ronnie Scott’s Jazz Club di Londra arriva al Torrita Blues Festival nella serata conclusiva di sabato 24 giugno, Mud Morganfield, figlio maggiore di Muddy Waters, il grande bluesman scomparso nel 1983. Un’occasione unica per rivivere le magiche atmosfere di Maxwell Street e quelle degli anni d’oro del blues di Chicago. Aprirà la serata Alberto Visentin, cantante e chitarrista le cui influenze abbracciano l’intero spettro della American roots music, dai The Meters a Otis Redding.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui