Casole d’Elsa invasa dai visitatori per Praesepium, che torna dopo anni di fermo

Casole d’Elsa, dopo anni di fermo, si è trasformata nuovamente in una macchina del tempo, diventando una piccola, antica Betlemme, per far vivere a tutti le emozioni della Santa Natività.

Scene molto realistiche che hanno attratto centinaia di visitatori, con una Casole che si è riempita di turisti, e con un percorso molto battuto, quello attorno alle Mura del paese, dove si poteva assistere a scene di combattimenti, di mercati, di artigiani all’opera, ma anche di poveri lebbrosi in cerca di conforto, con la presenza di tanti animali.

In fondo al percorso, in un’umile stalla, alla presenza di asinello vero e un bue, la scena dove 2023 anni fa è nato Nostro Signore.

Un lavoro certosino e curatissimo, al quale ha lavorato con dedizione tutta Casole, a partire dall’amministrazione Comunale, la Casole Eventi, e tutta la cittadinanza.

Insomma, buona la prima per “Praesepium”, che ha registrato oltre mille paganti, la presenza della troupe Rai, molti giornalisti, e che continuerà sabato 30 dicembre, lunedì 1, sabato 6 e domenica 7 gennaio.

Presente all’inaugurazione il Presidente della Regione Eugenio Giani, il quale si è trattenuto ammirato con il primo cittadino Andrea Pieragnoli.

“Il primo giorno è stato un successo sia di affluenza che di gradimento da parte dei visitatori – ha commentato il sindaco Pieragnoli – l’originale sceneggiatura messa in piedi da Luciana Calamassi con il supporto di artigiani locali ha dato sfoggio di indiscusse qualità, apprezzate anche dal Presidente Giani che è venuto a visitarci accompagnato da sua moglie”.

Insomma un successo per la piccola Betlemme della Valdelsa, a conferma che dopo 2023 anni, la nascita di Gesù continua a stupire e a innamorare le persone di ogni epoca.

Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui