A Siena c’è un corso di preparazione pensato per gli studenti che vogliono iscriversi alla Facoltà di Medicina e Veterinaria. A raccontarci la loro esperienza, due ragazzi che ce l’hanno fatta, dopo un percorso iniziato un anno fa…

Test di medicina, tre parole che ricorrono spesso nei discorsi di tanti ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. Tra loro e la professione che sperano, un giorno, di intraprendere, infatti, c’è proprio lui, il famigerato test, un “quizzone” che spaventa da anni generazioni di future matricole scoraggiate di fronte alla difficoltà di superarlo – le statistiche, infatti, dicono che solo uno su sei ce la fa!

Un segreto per affrontarlo nel migliore dei modi, però, c’è e si trova proprio a Siena: stiamo parlando di un corso di preparazione tenuto da Leonardo Vincio e la sua Better Test. Obiettivo, permettere allo studente di confrontarsi con gli argomenti in cui è più debole e di essere seguito passo per passo nei mesi che lo separano dalla prova. Irina e Giacomo, fresche matricole della facoltà di Medicina di Siena – sono, infatti, entrati dopo aver superato il test lo scorso 3 settembre – ci raccontano la loro esperienza e quanto è stato importante avere un punto di riferimento in questo percorso.

“L’anno scorso, ho deciso di iscrivermi al corso di preparazione perché capivo che era fondamentale avere un appuntamento fisso che mi permettesse di non perdere mai il ritmo– racconta Irina – Studiare in questo modo è molto più stimolante rispetto a farlo da soli, perché sai che c’è sempre qualcuno che ti segue, anche fuori dalle ore di lezione, e che fissa insieme a te degli obiettivi da raggiungere”.

“Per me è stata la stessa cosa – prosegue Giacomo – Io, inoltre, a differenza di Irina che ha seguito soltanto gli argomenti su cui si sentiva meno preparata, ho deciso di iscrivermi all’intero percorso e devo dire che i risultati non si sono fatti attendere. Sono dentro!”

Tra le materie che più spaventano i futuri dottori, c’è sicuramente la parte di logica: “Sono dieci domande, ma, secondo me sono tra le più difficili anche perché a scuola non si affrontano argomenti del genere – afferma Irina – Prepararmi con Leonardo mi ha permesso di capire come affrontarli, mi ha insegnato un ragionamento diverso… e devo dire che come me, anche altri miei compagni sono d’accordo. Basta pensare che, della mia classe del liceo Galilei, sono entrati solo ragazzi che hanno frequentato il corso!”. 

“Per me, invece, fondamentali sono state le simulazioni– conclude Giacomo – perché ti permettono di allenarti in vista del momento clou, quando sarai seduto in aula a sostenere il test. L’approccio al quiz a risposta multipla è qualcosa di diverso rispetto all’esperienza scolastica. A scuola non si è abituati a perdere punti se si sbaglia una domanda e il compito viene corretto da qualcuno che conosce il tuo passato. Essere abituati a gestire la tensione è fondamentale, in fin dei conti, è uno dei primi esami importanti che facciamo nella nostra vita…”

L’anno accademico è appena iniziato, ma è già tempo di pensare al prossimo. Sono in programma, infatti, due giornate di orientamento dove i partecipanti potranno anche fare una simulazione del test. “L’obiettivo è capire qual è il livello dello studente e da che punto partire – spiega Leonardo Vincio – Da lì, poi, prepareremo insieme un programma personalizzato, che vada a colmare le lacune e valorizzare invece, i punti di forza. Questo approccio permette al 50% dei nostri corsisti di entrare, triplicando le chance di successo rispetto alla media nazionale”.

Da quel momento, partirà un percorso lungo sette mesi, che accompagnerà i ragazzi fino al giorno del test “le lezioni le faremo sia in presenza – speriamo! –  che in streaming, a seconda di quello che saranno le direttive governative durante tutto l’anno scolastico” aggiunge Leonardo. 

Partecipare alle giornate di orientamento del 30 Ottobre e del 2 Novembre è facile: basta iscriversi a questo link.

Sarà necessario indossare la mascherina e rispettare le leggi sul distanziamento, per la sicurezza di tutti i partecipanti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui