Palazzo Pubblico di Siena, Piazza del Campo

Approvato il protocollo d’intesa tra il Comune e l’associazione Dmo per la valorizzazione della destinazione turistica “Terre di Siena”

Il Comune di Siena ha approvato lo schema di protocollo di intesa per la valorizzazione della destinazione turistica “Terre di Siena” mediante accordo di collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’associazione Dmo (Destination Management Organization) Terre di Siena. Lo ha deliberato, su proposta dell’assessore al turismo Vanna Giunti, la giunta comunale riunitasi oggi, giovedì 14 marzo. Sempre nella giunta odierna, è stata formalmente costituita la Consulta dell’Osservatorio turistico di destinazione (Otd) dell’ambito “Terre di Siena”.

A seguito del rilascio della certificazione di sostenibilità secondo gli standard Global Sustainable Tourism Council (Gstc) alla destinazione “Città di Siena”, avvenuta a febbraio 2023, l’amministrazione comunale ha intrapreso un percorso volto a incentivare la partecipazione degli operatori turistici locali alle decisioni strategiche e ad ampliare la certificazione all’ambito “Terre di Siena” (che comprende i Comuni di Siena, Asciano, Buoncovento, Chiusdino, Monticiano, Monteroni d’Arbia, Murlo, Rapolano Terme e Sovicille). In quest’ottica, l’amministrazione comunale senese ha favorito la costituzione di una specifica Destination Management Organization (Dmo) di prodotto, un’organizzazione senza scopo di lucro responsabile del management e del marketing della destinazione turistica. L’obiettivo della Dmo, libera e aperta a tutti coloro che sono interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali e ne condividano lo spirito e gli ideali, è incentivare la partecipazione di enti, volontari, aziende ed associazioni nell’ambito del cosiddetto “turismo sostenibile”.

Il protocollo approvato dalla giunta nella seduta odierna ha l’obiettivo di disciplinare per il prossimo triennio i rapporti tra l’amministrazione comunale e l’associazione, ai fini del coordinamento delle reciproche attività nella valorizzazione della destinazione turistica Terre di Siena e delle buone pratiche di turismo sostenibile. L’adesione alla Dmo e il protocollo d’intesa hanno esclusivamente una finalità di tipo collaborativo, non configurando né un’influenza diretta, né un dominino sulla gestione dell’associazione. Il Comune di Siena si impegna a riconoscere alla Dmo il ruolo di contenitore all’interno del quale pubblico, privato e residenti si incontrano per progettare, in chiave di sostenibilità, specifici prodotti turistici di destinazione.

Il protocollo prevede, per la Dmo e i propri associati, l’utilizzo gratuito di una specifica piattaforma web e di un’applicazione collegata, di proprietà del Comune, per la condivisione delle informazioni tra i soggetti interessati alla progettazione dei prodotti turistici, comprensiva di una sezione destinata alla gestione di adesioni ed associati. L’amministrazione comunale si impegna, inoltre, allo sviluppo progressivo della piattaforma e dell’applicazione, sostenendone i relativi costi, al fine di rendere sempre più efficace ed efficiente la collaborazione tra pubblico e privato. Sarà concesso all’associazione, per la propria comunicazione istituzionale, l’utilizzo gratuito e non esclusivo del marchio “Terre di Siena” al quale aggiungere la dicitura “Dmo”, con divieto espresso di qualsiasi utilizzo di natura commerciale. Saranno messi gratuitamente a disposizione dell’associazione account email, pagine web e canali social all’interno dei propri domini e siti web per presentare l’attività della Dmo.

Il Comune di Siena intende consultare l’associazione sui piani strategici e operativi del turismo della destinazione, prima della loro approvazione, e coinvolgerla nelle attività di promozione e comunicazione, anche in collaborazione con Toscana Promozione Turistica; a tal fine sarà approvato uno specifico protocollo d’intesa che in accordo preventivo disciplini i termini della prevista collaborazione.

Durante la giunta comunale di oggi, giovedì 14 marzo, è stata deliberata anche la formale costituzione della Consulta dell’Osservatorio turistico di destinazione (Otd) dell’ambito “Terre di Siena”. In base alle norme del Testo Unico del sistema turistico regionale e del Regolamento di attuazione del 2018, è stato definito il sistema di governance della promozione turistica, che prevede una Consulta con compiti di svolgimento delle attività di osservatorio turistico di destinazione. Tale Consulta, presieduta dal rappresentante del Comune capoluogo di provincia, in questo caso anche responsabile della gestione associata dell’ambito territoriale “Terre di Siena”, è composta dai rappresentanti dei Comuni dell’ambito di riferimento, dai rappresentanti delle associazioni di categoria delle imprese del turismo, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori, delle istituzioni culturali, dei musei e dei parchi, delle associazioni pro loco e delle associazioni dei consumatori, tra i quali anche i componenti della Cabina di regia per la gestione sostenibile del turismo nella destinazione.

L’assessorato al turismo e commercio del Comune di Siena ha inviato, lo scorso 12 dicembre, una nota a tutti gli enti, associazioni e stakeholders previsti, con la richiesta di individuare e comunicare all’amministrazione un referente da inserire nella Consulta Otd e portare avanti il lavoro di progettazione condivisa del turismo di destinazione. Ne è scaturita questa composizione: Alessandro Mariotti (Magistrato delle Contrade), Andrea Ginestrini (Confesercenti provinciale di Siena), Sofia Turchi (Conflavoro Siena), Michele Petrini (Cna Siena), Luisella Bartali (Confcommercio Siena), Nathalie Beaugonin (Confindustria Toscana Sud), Cecilia Mostardini (Agt Siena), Cristina Amberti e Rita Ceccarelli, che si alterneranno negli incontri (Centro Guide Siena), Matina Dei (Federagit Siena), Silvia Da Frassini (Fondazione San Galgano), Angelo Armiento (Accademia Musicale Chigiana), Stefano Di Bello (Opera Laboratori), Massimo Bianchi (Opera Metropolitana di Siena), Elisa Rubegni (Musei di Asciano), Annalisa Giovani (Pinacoteca Nazionale di Siena), Luca Barbagli (Pro loco di Asciano), Rosanna Recchi (Pro loco di Sovicille), Cinzia Buccianti e Federico Maria Pulselli, che si alterneranno negli incontri (Università degli Studi di Siena), Mario Del Secco (Camera di Commercio Arezzo-Siena), Lorenzo Baragatti (Societa della Salute Senese), Gianmarco Gotti (Asp Citta di Siena), Massimiliano Tabusi (Università per Stranieri di Siena), Laura Manzi (Fondazione Monte dei Paschi di Siena), Simone Bastianoni e Laura Manzi, che si alterneranno negli incontri (Alleanza territoriale Carbon Neutrality Siena), Serena Bianciardi (associazione Dmo Terre di Siena), Vareno Cucini (Tavolo di coordinamento delle associazioni del turismo sostenibile). La partecipazione dei componenti della Consulta sarà gratuita, senza che venga riconosciuto alcun compenso, gettone di presenza, rimborso spese o altro. E’ prevista la possibilità di ampliamento anche con successive richieste di partecipazione provenienti da altre associazioni o enti non presenti al momento, ma previsti dalla normativa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui