La mostra a cielo aperto di Andrea Roggi che si dipana per le vie della città ad omaggiare Siena e la sua bellezza

Inaugurata questa mattina in Piazza Duomo la mostra a cielo aperto ‘Terra Mater – Earth and Heaven’, un omaggio dell’artista toscano Andrea Roggi alla città e alla cultura, voluto fortemente dall’amministrazione comunale, in primo luogo dal sindaco Luigi De Mossi e dal vicesindaco Andrea Corsi. Alla presentazione delle opere che si sviluppano nei luoghi più evocativi di Siena, oltre all’artista, sono intervenuti il curatore della mostra Maurizio Madioni e il vicesindaco Andrea Corsi. L’assenza dispiaciuta, invece, quella del sindaco Luigi De Mossi, trattenuto dal consiglio comunale in corso.

Come amministrazione comunale siamo orgogliosi e felici di poter finalmente inaugurare la mostra di Andrea Roggi – ha commentato Andrea Corsi – abbiamo dovuto rimandare queste istallazioni a causa della prima ondata di contagi, e abbiamo atteso il momento giusto. Ma non volevamo più aspettare e per questo abbiamo nuovamente ripreso i contatti con l’autore e deciso che questo sarebbe diventato il momento giusto. Il governo nazionale sembra aver accantonato l’arte e la cultura, mentre noi, come amministrazione comunale, vogliamo favorire il legame fra pubblico e artista, in quanto mediatore di messaggi importanti. Siena è bella e con queste opere, se possibile, sarà ancora più bella”.

Il ringraziamento più grande da parte del vicesindaco va a Maurizio Madioni, che con passione e costanza ha presentato e portato avanti il progetto. I temi indagati dalle opere di Roggi esaltano il legame con il territorio, con la terra ma spiritualmente con la storia e le tradizioni. Nei globi che sono posti in Piazza Duomo si simboleggia la rinascita, ma anche il legame con le radici.

“Il leitmotiv di queste mie opere è la ricerca della rinascita, partendo sempre dalle nostre radici – ha spiegato Andrea Roggil’arte e la bellezza della città vive nel popolo senese, che sarà avvantaggiato nel cogliere il mio messaggio, perché tutto questo è da secoli nel dna dei senesi. C’è bisogno di riscoprire le radici per creare un futuro nuovo in questo momento, la Terra che genera un nuovo mondo ma anche l’Albero della Vita che rappresenta l’uomo stesso: assorbire l’arte e la cultura per donarle migliorate alle nuove generazioni”.

La mostra a cielo aperto rimarrà sul territorio senese dal 18 dicembre fino al 15 giugno, mentre si integrerà con una serie di opere esposte ai Magazzini del Sale da marzo, salvo eventuali restrizioni dovute a decreti nazionali.

“Si tratta di un artista a livello internazionale – ha commentato Maurizio Madioni – famosa una delle sue prime opere, quella rappresentante Roberto Benigni, ma molti sono i suoi lavori che si trovano sul territorio provinciale: la scultura di San Francesco, il monumeto a Santa Caterina, il crocefisso che si trova alla chiesa dell’Acquacalda. Sul lato umano ha lavorato molte volte per premi e onorificenze donate ai volontari, collaborando con me e con mio fratello Gilberto a cui è dedicata questa mostra. La nostra famiglia è sempre stata legata a questo grande artista che è anche un amico, e insieme abbiamo voluto donare a Siena la possibilità di vivere le sue opere in questo difficile momento, dove si potrà godere della loro bellezza in un’atmosfera intima e spirituale”.

Una presentazione più ricca dell’artista toscano sarà organizzata più avanti, nel corso della mostra e dell’arrivo delle nuove opere, attraverso la proiezione di un film e la realizzazione di un libro proprio su ‘Terra Mater – Earth and Heaven’, a onorare Andrea Roggi che lascerà in dono alla città di Siena proprio una delle sue opere.

La presentazione della mostra e dopo il video la mappa delle opere

Di seguito l’elenco completo e la mappa delle opere esposte negli spazi cittadini

  1. 1. Belvedere, San ProsperoL’Amore salva il Mondo,bronzo, fusione a cera persa e patina a fuoco, 2017
  2. 2. Piazza San Domenico  – L’Albero della Conoscenza,bronzo, fusione a cera persa e patina a fuoco, 2020
  3. 3. Vicolo CampaccioLe nostre Radici, il futuro,bronzo, fusione a cera persa, fusione dinamica e patina a fuoco, 2020
  4. 4. Via PianigianiConoscenza,bronzo, fusione a cera persa e patina a fuoco, 2010
  5. 5. Piazza Tolomei Fecunditas,bronzo, fusione a cera persa e patina a fuoco, 2019
  6. 6. Logge della Mercanzia – Imagine all the people,bronzo, fusione a cera persa e patina a fuoco, 2020
  7. 7. Palazzo Pubblico (Piazza del Campo) – Memoria di un Istante,bronzo, fusione a cera persa e patina a fuoco, 2014
  8. 8. Piazza DuomoLe nostre Radici per un nuovo Mondo,bronzo, fusione a cera persa, fusione dinamica e patina a fuoco, 2020
  9. 9. Piazza DuomoImmagina un Mondo Nuovo,bronzo, fusione dinamica e patina a fuoco, 2020
Scrivere sempre, scrivere nonostante, scrivere e basta. ᴄ̴ᴏ̴ɢ̴ɪ̴ᴛ̴ᴏ̴ sᴄʀɪʙᴏ ᴇʀɢᴏ sᴜᴍ

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui