Il ragazzo bloccato dalle forze dell’ordine ha cominciato ad inveire, minacciando gli agenti avventandosi contro di loro

Denunciato dalla Polizia di Stato un 23enne straniero, che ha tentato di rubare la borsa ad una ragazza sul treno.

La notte scorsa, gli agenti delle volanti della questura di Siena sono intervenuti presso la locale stazione ferroviaria, dove una ragazza, a bordo di un treno locale, aveva segnalato che un giovane, mentre si era addormentata, aveva cercato di sottrarle la borsetta.

Quando il convoglio è arrivato alla stazione, sulla base delle indicazioni fornite dalla ragazza e da una sua amica che aveva assistito alla scena, i poliziotti sono riusciti a rintracciare l’uomo che alla loro vista, ha cercato di darsi alla fuga nel sottopassaggio della stazione. Subito bloccato, ha cominciato ad inveire, minacciando gli agenti ripetutamente e cercando di avventarsi contro di loro. A quel punto i poliziotti hanno dovuto utilizzare il dispositivo spray urticante in dotazione per riuscire a contenerlo ed evitare conseguenze per la loro incolumità.

Sprovvisto di documenti, il giovane è stato condotto in questura per un controllo approfondito e per le procedure di identificazione. A seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, illecitamente detenuto e, a suo carico, sono anche emersi vari precedenti di polizia.

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, a seguito dei riscontri e dopo averlo identificato per un 23enne di nazionalità marocchina, lo hanno denunciato per il tentato furto della borsa e per i reati di resistenza, oltraggio e minaccia, oltreché per il possesso abusivo del coltello, posto sotto sequestro.

Approfonditi gli accertamenti, è emerso anche che lo straniero non aveva titolo a permanere sul territorio nazionale. Nei suoi confronti è stato emesso un provvedimento di espulsione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui