L’intera filiera a rischio per l’aumento dei costi di produzione

E’ necessario salvare la filiera del tabacco. Oltre a Umbria e Veneto anche in Toscana le difficoltà sono tante e crescono le preoccupazioni. C’è un aumento dei costi di produzione tra il 20 e il 30%”. È l’allarme lanciato da Confagricoltura Toscana e da Alessandro Neri, esperto sulla filiera del tabacco. La Toscana, dunque, risponde all’appello lanciato da Umbria e Veneto per salvare il comparto. 

“Il settore è in difficoltà – ha aggiunto Neri – e serve l’intervento della politica. Serve che il Ministero faccia un accordo con le multinazionali, è necessario un dialogo tra di loro. Oggi i costi di produzione sono più alti degli introiti, questo è un dato di fatto e bisogna porre rimedio, con urgenza”.

“Non c’è più tempo – ha concluso Neri -. Parliamo di una crisi senza precedenti, il Governo ci aiuti, altrimenti il rischio è che non ci sia futuro per questo settore. E la conseguenza è la perdita di tanti posti di lavoro, aspetto che dobbiamo in tutti i modi evitare. Se non arriveremo ad un accordo col Ministero, dovremo richiedere una conversione per sanare le aziende”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui