Forza Italia inaugura la nuova sede in via del Paradiso: al taglio del nastro, presenti Susanna Ceccardi e Antonio Tajani

Inaugurazione in grande stile per la nuova sede di Forza Italia in via del Paradiso, pieno centro storico di Siena. Presenti al ‘taglio del nastro’, oltre agli esponenti provinciali e regionali del partito, il sindaco di Siena Luigi De Mossi, il vice presidente nazionale ed europarlamentare Antonio Tajani e la candidata alle elezioni regionali per la coalizione di centro destra, Susanna Ceccardi. Numerosi anche gli assessori della giunta De Mossi e i rappresentati delle altre forze politiche di centro destra. Poco prima dell’inizio, in via del Paradiso si è recata anche una delegazione dei docenti precari senesi che, in questi giorni, stanno portando avanti la loro battaglia per conquistare una stabilità. I docenti hanno consegnato il loro documento ai politici presenti.

Lorenzo Lorè, Anita Francesconi ed il giovanissimo David Fiorentini di Forza Italia

Questa è la volta decisiva, non siamo mai stati così vicini alla vittoria – ha dichiarato Susanna Ceccardi -. Non sono solita guardare ai sondaggi, ma siamo a due punti dal centrosinistra. Questi due punti, li guadagneremo grazie ai civici, al contributo dei partiti. Aprire una sede, due con quella di Pisa, oggi come oggi, non è scontato: è un presidio del territorio importante in questa fase. Crediamo che stare in mezzo ai cittadini sia fondamentale, perché devono sapere a che porta bussare”.

Ceccardi guarda al percorso della campagna elettorale: la Toscana, da circa 50 anni, è governata dalla sinistra: “La sfida che ci attende non è semplice. Davide contro Golia, perdente in partenza, eppure vince. Nella nostra grande impresa, Siena è un esempio lampante di un Davide che ha vinto. Noi, oggi ci scontriamo contro il Partito Democratico e Renzi che hanno puntato tutto sul loro sistema di potere. Ecco, proprio questo sistema è il Golia contro il quale dobbiamo scontrarci”.

L’onorevole Antonio Tajani, sollecitato dalla domanda di un giornalista, è intervenuto sul tema Monte dei Paschi di Siena. “La statalizzazione della banca è la cosa meno positiva: nel nostro paese c’è la tendenza a voler statalizzare tutto, ma non è una soluzione. Lo stato deve aiutare e risolvere i problemi, non diventare imprenditore. Bisogna evitare il fallimento delle banche, questo è certo: ogni intervento pubblico deve essere fatto in tempi ristretti. Giani propone una banca pubblica? Loro vorrebbero far scomparire i privati dall’economia. Se il modello è quello del Venezuela, a noi non piace”.

Le parole di Susanna Ceccardi e Antonio Tajani

Dopo l’inaugurazione della sede degli azzurri senesi, Susanna Ceccardi, insieme al sindaco De Mossi, ha incontrato i rappresentati di Fipe -Confcommercio per parlare di commercio e turismo sul territorio, fonti primarie da cui Siena trae la sua sussistenza.

Più di una istanza presentata dal presidente Stefano Bernardini e dal direttore Daniele Pracchia: “La legislazione non ci viene incontro. Importante la questione delle sagre: è necessario porre uno stop a queste iniziative che fanno concorrenza alla ristorazione. Abbiamo chiesto la revisione del protocollo appena uscito. Ben vengano sagre ed iniziative legate alle tradizioni del territorio, ma il resto deve essere regolamentato”.

Sul tema, De Mossi, che ha anche illustrato le misure messe in campo dal Comune per sostenere i settori di turismo e commercio, ha sottolineato: “Abbiamo dolorosamente scelto di fermare le feste titolari, ma le contrade hanno avuto l’accortezza di utilizzare la ristorazione locale“. Anche Marco Cioni, presidente Fipe, ha rimarcato il fondamentale sostegno delle contrade. “Il loro aiuto è importante. Ci stanno sostenendo molto”.

Penna e cuore, dal 1991. Credo nella potenza delle parole, unica arma di cui non potrei mai fare a meno. Finisco a scrivere sui giornali un po' per caso, ma è quella casualità che alla fine diventa 'casa' e ho finito per arredarla a mio gusto. Sono esattamente dove vorrei essere. Ovvero, ovunque ci sia qualcuno disposto a leggermi.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui