Il segretario nazionale del Pd si candida a Siena al posto di Padoan? Suppletive a Siena in primavera

Circola con maggiore insistenza il nome di Nicola Zingaretti come “erede” di Pier Carlo Padoan nel collegio Toscana XII. Il segretario nazionale del Pd potrebbe essere il designato dal centrosinistra per le suppletive che, dopo le dimissioni di Padoan, si dovrebbero tenere a Siena nella prossima primavera: difficilmente, infatti, vista la pandemia, verranno indette consultazioni prima.

Il Partito Democratico ritiene quello senese – aretino (il collegio è composto da trenta comuni senesi, capoluogo compreso ma esclusa la Valdelsa e da cinque comuni della Valdichiana aretina) come un territorio “sicuro”, più che sulla base delle elezioni del 2018, quelle che incoronarono Padoan, sui dati delle ultime regionali, benché l’assenza della roccaforte Dem valdelsana sia bilanciata dai comuni aretini, in cui il centrodestra ha acquistato consenso. Per questo il Pd potrebbe decidere di “calare” da Roma l’attuale presidente della Regione Lazio e segretario Dem. Nel 2018 fu l’allora segretario Matteo Renzi a optare per la candidatura a Siena dell’ex ministro dell’economia Padoan. Sarebbe dunque un nuovo candidato direttamente espresso da Roma. Peraltro sarebbe l’ultima votazione con l’attuale legge elettorale e con l’attuale collegio, visto il successo del “si” al referendum per la riduzione dei parlamentari, che porterà anche a ridisegnare le circoscrizioni.

Padoan è dimissionario dalla Camera dei Deputati perché destinato alla presidenza di banca Unicredit. Siena tornerà dunque alle urne, partiti già in fibrillazione, come ha sottolineato anche il neocommissario provinciale della Lega Picchi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui