In settimana dovrebbe uscire il bando per lo stadio Franchi: lavori e manutenzione

La convenzione d’urgenza firmata dal Comune di Siena con l’attuale società del Siena calcio scade il prossimo 28 febbraio. In settimana, dunque, arriverà il bando pubblico per l’affidamento della gestione dello stadio Artemio Franchi.

Nel bando, atteso per questa settimana e sul quale non trapelano indiscrezioni, non ci sarà un riferimento specifico al tempo della convenzione, ma questo sarà stabilito in base agli investimenti. Di certo saranno contenuti i lavori di riqualificazione della tribuna coperta e della gradinata, il cui progetto di fattibilità per circa un milione e duecento mila euro è stato “licenziato” dalla giunta comunale alcuni giorni fa. Poi sarà prevista tutta la manutenzione straordinaria e ordinaria. Per quanto riguarda eventuali ampliamenti o progetti futuri, la legge prevede un’apertura: una volta stabilita la gestione, le parti possono, in sostanza, mettersi al tavolino e stabilire un eventuale coronoprogramma.

Proprio sabato c’è stato un incontro fra rappresentanti della società bianconera Acn Siena e amministrazione comunale. Nell’incontro si è ribadito l’impegno del Siena a radicarsi sul territorio, ma evidentemente si è parlato anche di progetti futuri e di stadio, fermo restando che il bando sarà pubblico.

L’assessore allo sport Paolo Benini ha ribadito, in ogni caso, che l’eventuale allargamento dello stadio sarà legato alle “reali esigenze”, così come raccontato a Gazzetta di Siena.

Dal canto suo la società ha inviato una nota che non fa riferimenti all’incontro, ma in cui si legge che “dopo un sereno ed esaustivo confronto su tutti gli aspetti (organizzativi, tecnici, sportivi e prospettici) è stata informalmente convocata per mercoledì 17 febbraio l’assemblea dei soci per confermare e rafforzare il legame della proprietà con la città di Siena e le Istituzioni tutte, al fine di proseguire nella realizzazione del progetto. Ogni comunicazione informale avverrà a valle di detta assemblea”. Il riferimento è anche all’organigramma societario dopo la “rivoluzione” della holding Berkeley Capital che ha portato all’allontanamento della famiglia Gevorrkyan, con Vagana Oganyan che al momento ha preso le redini della presidenza, con l’avvocato Alessandro Belli suo punto di riferimento, mentre Andrea Bellandi rimane vicepresidente e la parte sportiva viene affidata al ds Andrea Grammatica.

Da bambino c’è chi sogna di fare l’astronauta, il calciatore, il pompiere. Io sognavo di fare il giornalista, forse influenzato dalle mie letture, dalle mie canzoni, da qualche film visto al cinema o in tv. Fra mille difficoltà sto provando a portare avanti il mio sogno, con trasparenza e umiltà, mettendoci la faccia (e la firma). Sono nato e vivo a Siena, in una città problematica, ma magica, che ti scaccia e ti abbraccia, che ti allontana e ti spinge a tornare, come una sorta di elastico, in un legame comunque inscindibile per sempre.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui