Il Rettore del Magistrato delle Contrade Emanuele Squarci si racconta alla trasmissione di Gazzetta di Siena

Le problematiche delle Contrade, il futuro della città e del Palio, le possibili tutele per la Festa: sono questi alcuni dei temi toccati dal Rettore del Magistrato delle Contrade Emanuele Squarci nel corso della lunga intervista a “Voci della città”, trasmissione di Gazzetta di Siena. Squarci è stato di recente riconfermato nel ruolo di Rettore del Magistrato e con lui tutta la sua deputazione, un attestato di stima da parte di tutto il mondo contradaiolo.

“Il Rettore del Magistrato non è un comandante in capo – ha affermato Squarci -, è un primus inter pares. Il suo voto vale quanto gli altri. Ha un ruolo di rappresentanza di tutte le Contrade. Posso dare degli indirizzi su alcuni temi generali, ma le Contrade hanno la loro autonomia. Non ho poteri coercitivi, si discute, talvolta troviamo indirizzi comuni, talvolta non accade”.

Squarci ha parlato anche del rinnovo delle monture, dicendo che “alcune Contrade hanno messo da parte dei fondi, altre no. Non credo comunque che saranno fatte quest’anno”; poi si è soffermato su alcune polemiche, come quella dei posti auto riservati alle Contrade: “I permessi sono già stati ridotti fortemente, sono solo dieci permessi orari e in un permesso c’è una sola targa. E’ un falso problema”.

Un tema caro è l’inserimento del Palio di Siena nella lista dei beni culturali immateriali: “L’iter è in pieno svolgimento – afferma Squarci -. In 120 giorni ci sarà il decreto in cui verrà completata la prima fase e sarà riconosciuta la rilevanza degli oggetti delle Contrade. Nella seconda fase il Palio sarà riconosciuto come patrimonio immateriale. Non so quale sarà il risultato, ma qualche tipo di tutela ci sarà“.

Vincenzo Battaglia
Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui