Gli amiatini vincono 2-0, i rossoblu retrocedono dopo un solo anno in Serie D

PIANESE – SINALUNGHESE 2-0
Reti: pt 27′ Arras; st 10′ Kondaj
Pianese (4-3-3): Wroblewski, Ambrogio, Coccia (46′ Lattanzi), Misimovic, Folino, Simeoni, Kondaj (19′ st Islamaj), Marino, Arras (28′ st Mengali), Zini (38′ st La Spada), Remorini (21′ st Lepri). A disp. Mazzi, Chinnici, Gagliardi, Tampwo, La Spada, Mengali. All. Roberto Bacci
Sinalunghese (4-4-2): Marini, Tenti, Papa, Cecci, Pietrobattista (28′ st Trombesi), Menchetti, Redi, Minocci (38′ st Romanini), Doka Br. (21′ st Mangiaratti), Pierangioli (56′ Bucaletti), Doka Bj. (41′ Ferretti). A disp. Tizzone, Ferretti, Ajdini, Romanini, Cerofolini, Vasseur. All. Simone Marmorini
Arbitro: Domenico Castellone di Napoli
Note: Angoli: 6-6. Ammoniti: Papa, Minocci. Recupero: st 5′.

Partita mai in discussione quella tra Pianese e Sinalunghese, che condanna i rossoblu alla retrocessione in Eccellenza dopo soltanto un anno in Serie D. I risultati contemporanei di Scandicci e Grassina risultano influenti ai fini della classifica, e la squadra di Marmorini è costretta ad abbandonare il campionato. La Pianese invece, dalla parte opposta, gioca 90 minuti sul velluto, non risultando quasi mai in pericolo (se non per un palo, colpito da Doka).

Se all’inizio è la Sinalunghese a provare a costruire maggiormente il gioco, già dopo una decina di minuti la Pianese tenta di prendere in mano la partita. Al 7′ un bel cross arrivato dalla destra incontra la zuccata di Marino, che però colpisce debolmente e manda il pallone fuori; quattro minuti più tardi, Simeoni lascia partire un missile terra-aria che incontra la pronta risposta di Marini in tuffo. Sul seguente angolo, invece, Zini tenta la conclusione a giro – specialità della casa: il portiere avversario, però, sventa ancora il pericolo. Gli errori sono diversi sia, da una parte e dall’altra, e proprio uno di questi porta al gol del vantaggio casalingo: Pietrobattista fallisce un passaggio ad un compagno concedendo la sfera a Zini, che vede lo scatto di Arras. La trappola del fuorigioco sinalunghese non funziona, e l’ex Foligno segna il quindicesimo gol stagionale. Al 27, insomma, la Pianese passa in vantaggio, e dopo poco va vicina al raddoppio con un’azione speculare: Arras, pur segnando con un pregevole pallonetto, viene fermato in fuorigioco. La Sinalunghese tenta di pervenire al pareggio: l’occasione più grossa capita al 42′ quando Doka Bj., servito dopo un bellissimo fraseggio nello stretto tra Pierangioli e Redi, colpisce il palo. Due minuti dopo, un altro svarione difensivo di marca amiatina permette al pallone di attraversare l’area di rigore: manca però la freddezza, e l’occasione svanisce.

La ripresa ricomincia sulla falsariga del primo tempo. Dopo dieci minuti, i bianconeri raddoppiano: sgroppata di Zini sulla fascia, Kondaj è appostato al centro e non può fare altro che insaccare. La Sinalunghese tenta di aggrapparsi alle conclusioni dei neo-entrati Trombesi e Romanini, ma le loro conclusioni risultano ininfluenti ai fini del risultato finale. La restante mezz’ora di gioco è risultato di un prolungato possesso palla amiatino, a cui gli ospiti rossoblu non possono fare sostanzialmente niente. Finisce così: Pianese ai playoff, Sinalunghese in Eccellenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui