“Ho scelto di mettere tutti in prova fino a giugno. La proprietà fa un discorso molto serio sullo stadio”

A margine della conferenza stampa di presentazione di mister Pasquale Padalino, il direttore generale del Siena Marco Trabucchi ha voluto fare alcune precisazioni sui progetti a lungo termine della società, anche per placare alcune polemiche emerse negli ultimi giorni.

Tutti criticano dicendo che c’è un’assenza di programmazione a lungo termine – afferma Trabucchi -. La società ha un progetto di lungo periodo, fa un discorso serio sullo stadio. Per quanto riguarda la parte tecnica della squadra, abbiamo capito che facendo contratti lunghi i risultati non sono garantiti, siamo qui per lavorare e dimostrare, io per primo. Quando mi è stata data la responsabilità di scegliere la guida tecnica della squadra, ho fatto la scelta di mettere tutti in prova fino a giugno, non si tratta di sfiducia o mancanza di programmazione, ma siamo qui per dimostrare. Nessuno pretende una rivoluzione in cinque mesi ma se andiamo nella direzione giusta potremo continuare insieme. Non ho alcun dubbio che Padalino sia la persona giusta per una piazza non facile ma grande come Siena. Speriamo tutti che arrivino i risultati”.

Trabucchi ha anche annunciato che l’ex allenatore bianconero Paolo Negro rimarrà al Siena nelle vesti di tecnico della squadra giovanile, affiancato da Gil Voria.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui