Rispetto a un anno fa si registra un +32.7%. Guasconi: “Risultato molto positivo”

Le esportazioni della provincia di Siena, sulla base dei dati provvisori pubblicati dall’Istat, si sono attestate nel primo trimestre del 2023 a oltre 1,1 miliardi di euro con una crescita rispetto allo stesso periodo del 2022 del + 32,7%.

“L’export senese nel periodo gennaio-marzo 2023 fa segnare un risultato molto positivo – commenta Massimo Guasconi Presidente della Camera di Commercio di Arezzo-Siena e di Unioncamere Toscanacon un passo superiore a quello medio regionale (+17,1%). Un risultato medio regionale influenzato fortemente dal risultato positivo di alcune province come appunto Siena, Massa – Carrara (dove il settore dei macchinari ha registrato ottime performance) e soprattutto Livorno, che ha quasi triplicato il valore del suo export provinciale, grazie soprattutto ai prodotti petroliferi. Per incidenza sull’export regionale, Siena con il 7,6% del totale è la quinta provincia esportatrice della Toscana. La prima categoria di prodotti esportati nel corso dei primi tre mesi del 2023 sono stati i prodotti farmaceutici che continuano a crescere anche in questo inizio d’anno (+65,8%).  Con 552 milioni di euro il settore rappresenta il 50,1% dell’intero valore delle esportazioni della nostra provincia.”

“Con una crescita del + 121,3% rispetto al primo trimestre del 2022   – continua Massimo Guasconi – gli Stati Uniti, con un valore di 219 milioni di euro si confermano come primo mercato di riferimento per le produzioni farmaceutiche senesi. Il Belgio con 76 milioni di euro (rispetto ad un controvalore di 15 milioni rispetto al primo trimestre 2022) scavalca la Polonia che scende a 74 milioni di euro rispetto ai 122 dell’anno precedente. Nonostante il positivo andamento del nostro export, Il quadro economico complessivo presenta comunque molti elementi di incertezza. Le previsioni di aumento del PIL nazionale vedono alla base soprattutto i servizi mentre il comparto manifatturiero e le costruzioni sono in fase di rallentamento”.

“I consumi interni – prosegue – restano ancora fortemente penalizzati dall’ inflazione anche se il calo del prezzo del gas dovrebbe produrre effetti positivi. E’ in calo la fiducia delle famiglie e quella delle imprese ma è soprattutto il quadro internazionale che desta  preoccupazioni. La guerra in Ucraina e la dura contrapposizione economica tra Stati Uniti e Cina stanno fortemente condizionando le economie di molti paesi. Gli Stati Uniti, la Turchia, l’India ad esempio sono in una fase positiva mentre la Cina e soprattutto l’Eurozona fanno registrare rallentamenti soprattutto nella produzione industriale. La Francia ha una crescita molto contenuta ma è soprattutto la Germania ha far registrare una frenata del PIL e della produzione manifatturiera. Con conseguenze che potranno interessare anche il nostro paese e la nostra provincia.”

Esportazioni delle province toscane – 1° trimestre 2022

20222023Var. %
Arezzo2.635.448.2022.645.005.1180,4%
Firenze4.417.014.9764.900.005.39110,9%
Grosseto103.162.587102.758.912-0,4%
Livorno533.506.4261.550.042.611190,5%
Lucca1.279.394.0061.216.484.595-4,9%
Massa-Carrara367.734.052552.644.60550,3%
Pisa939.958.2841.003.913.7146,8%
Pistoia490.391.360587.804.23419,9%
Prato754.282.722772.453.8232,4%
Siena802.534.1201.101.216.97837,2%
Toscana12.323.426.73514.432.329.98117,1%

“La camperistica –evidenzia il Segretario generale della Camera di Commercio di Arezzo-Siena Marco Randellini –si conferma come secondo settore di specializzazione dell’export senese. Dopo un 2022 piuttosto deludente, il 2023 inizia con un ritorno alla crescita delle vendite all’estero (+27,6%) per un valore di 164 milioni di euro. Il primo mercato di riferimento, con oltre 71 milioni di euro è la Germania, seguito dalla Francia con 29 milioni di euro e dal Belgio con 13 milioni di euro. In crescita la maggior parte degli altri settori: prodotti alimentari (+17,4%), abbigliamento (+40,8%), pelletteria-calzature (+11,9%), legno e prodotti in legno (+2,4%), prodotti chimici (+84,6%), articoli in gomma e materie plastiche (+5,6%), altri prodotti della lavorazione dei minerali non metalliferi (+4%), prodotti della metallurgia (+24,8%), prodotti in metallo (+10,2%), apparecchiature elettriche (+37,5%).

“Per il settore delle bevandecontinua il Segretario Generale della Camera di Commercio si confermano gli Stati Uniti come primo mercato di sbocco (37 milioni di euro, -3,3%), seguiti dalla Germania (12 milioni di euro, -7,6%) e dal Canada (6 milioni di euro, -38%). In flessione anche il settore dell’agricoltura, dei mobili e dei macchinari. Sarà necessario comunque attendere il prossimo trimestre per meglio comprendere il trend annuale dell’export senese. Come Camera di Commercio siamo comunque impegnati, assieme a PromoSienaArezzo, ICE ed Unioncamere in vari interventi, come ad esempio il programma nazionale SEI-Sostegno all’export dell’Italia, che possonoconsolidare la presenza delle nostre imprese nei mercati internazionali.”

Esportazioni provincia di Siena – 1° trimestre 2023 (valori espressi in euro)

1° trim. 20221° trim. 2023Var.%
Agricoltura3.601.1063.367.389-6,5%
Manifatturiero791.903.2861.090.170.38537,7%
Prodotti alimentari40.363.19047.366.76617,4%
Bevande112.340.736107.993.879-3,9%
Abbigliamento2.385.3263.359.73040,8%
Pelletteria-calzature3.222.6463.605.99311,9%
Legno e prodotti in legno3.081.6233.156.7362,4%
Prodotti chimici27.499.71050.771.13684,6%
Prodotti farmaceutici332.869.203551.880.05665,8%
Articoli in gomma e materie plastiche3.560.3903.759.8425,6%
Altri prodotti lav.ne minerali non metall.16.248.70916.901.2444,0%
Prodotti della metallurgia8.962.11011.183.05324,8%
Prodotti in metallo, esclusi macchinari12.491.90613.772.21110,2%
Apparecchiature elettriche36.764.23050.545.43737,5%
Macchinari50.099.57447.821.548-4,5%
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi129.086.754164.688.52727,6%
Mobili8.773.6898.183.637-6,7%
Totale merci802.534.1201.101.216.97837,2%

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui