“La squadra sta dando il massimo per tornare a vincere. Alcune cose che ho letto non mi sono piaciute”

Domani alle 17.30 la Robur affronterà il Pontedera al Franchi, una partita molto delicata che arriva dopo tre sconfitte consecutive. Nella conferenza stampa della vigilia mister Maddaloni ha parlato a cuore aperto, raccontando tutto ciò che non gli è piaciuto sentire dopo la gara di Ancona, ma anche quelli che sono i suoi auspici per il futuro. “Ce la stiamo mettendo tutta per invertire il trend di risultati negativi – afferma il mister -. Capiamo che i tifosi sono delusi e arrabbiati, ma stiamo lavorando tutti i giorni per uscire da questa situazione, i ragazzi si stanno allenando bene”.

L’allenatore bianconero ha chiarito ciò che non ha funzionato ad Ancona: “Non c’è mai una spiegazione sola – spiega Maddaloni -, c’è una somma di situazioni. La squadra aveva sette infortunati, qualcuno era fuori condizione, qualcun altro veniva da tre mesi di inattività, vanno fatte tante valutazioni. Ma abbiamo dominato per settanta minuti pur non potendo schierare gli uomini simbolo della campagna acquisti, ovvero Paloschi e Varela. Purtroppo non si tratta solo di recuperare gli infortunati, ma anche di farli tornare nelle condizioni migliori. Lo stesso Paloschi, che è a disposizione, difficilmente potrà giocare più di mezz’ora-quaranta minuti. C’è sicuramente un problema di tranquillità che fa svanire i risultati che otteniamo”.

Infine, il mister ha voluto rispondere ad alcune affermazioni degli ultimi giorni: “Ci sono state delle valutazioni fatte dalla stampa che non mi sono piaciute – afferma Maddaloni -, dire che il Siena ha perso ad Ancona perchè ho tolto i due esterni vuol dire cercare di buttarmi la croce addosso. Invito voi giornalisti a venire al campo di allenamento, così potete vedere quanto impegno ci mette questa squadra. Il mio sogno è che, quando riusciremo a venire fuori da questo momento negativo, ripenseremo a questi momenti difficoltà con leggerezza. Perchè, con un pizzico di fortuna, usciremo da questa fase e faremo un grande finale di stagione“. Domani però in panchina ci sarà Paolo Negro, visto che Maddaloni e il suo vice Rampulla sono stati squalificati per alcune bestemmie durante la gara contro l’Ancona-Matelica, anche se i due avevano solo protestato per un mancato rigore su un fallo subito da Karlsson.

Sono 23 i convocati contro il Pontedera:

Subito dopo l’allenamento di rifinitura di questa mattina, il tecnico ha
diramato la lista dei 23 convocati. La squadra si ritroverà in ritiro,
prima di cena, in un hotel alle porte di Siena:
Portieri
Ivan Lanni, Federico Mataloni, Mattia Marocco.

Difensori
Luca Milesi, Claudio Terzi, Niccolò Marcellusi, Leonardo Terigi, Diego
Conson, Alessandro Favalli, Ricardo Farcas, Matteo Darini, Lorenzo
Zaccone, Christian Mora.

Centrocampisti
Alberto Acquadro, Cristiano Bani, Cassio Cardoselli, Tofol Montiel,
Salvatore Pezzella.

Attaccanti
Ottar Magnus Karlsson, Stefano Guberti, Francesco Disanto, Alberto
Paloschi, Lorenzo Peresin.

Vincenzo Battaglia
Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui