Rivoluzione totale in casa bianconera

La rivoluzione del nuovo Siena non è finita. Dopo il ribaltone voluto dal presidente Armen Gazaryan, che in meno di 24 ore ha messo alla porta il Ds Giogio Perinetti, base di tutto il progetto fino a quel momento, il vice Presidente Alessandro Belli e il Direttore Generale Andrea Bellandi, oggi è la giornata degli annunci. All’orizzonte c’è un mercato che potrebbe riservare anche diverse sorprese in uscita.

Entrate e conferme

All’indomani della presentazione ufficiale del neo direttore generale Marco Trabucchi, accompagnato nella sala stampa dello stadio addirittura dall’ex presidente bianconero Roman Gevorkyan, questa mattina sarà annunciato il nuovo allenatore Pasquale Padalino. Per lui un contratto fino al termine della stagione rinnovabile per un anno. Come riportato anche dal Corriere di Siena, Padalino sarà affiancato dal vice allenatore Sergio Di Corcia e dal preparatore atletico Francesco Paolo Fiore; componenti fedeli che hanno sempre accompagnato il tecnico foggiano. Probabile anche l’inserimento del match analyst Andrea Fardone. Se non ci saranno ulteriori colpi di scena, almeno per il momento, verranno confermati il Responsabile degli arbitri Claudio Agnelli, il team manager Antonio Scimone e il preparatore dei portieri Nicolas Cancarini. In entrata, per quanto riguarda la rosa, i primi due colpi sarebbero l’attaccante del Catania Leon Sipos ed un giovane esterno armeno con esperienza in Germania. Sembra invece sfumata la pista che portava all’attaccante Bocalon del Venezia, avviata dall’ex Ds Perinetti.

In uscita

Lo scossone del vecchio Siena costruito in estate passa da nuove e clamorose uscite che dovrebbero diventare ufficiali tra oggi e domani. Innanzitutto il collaboratore tecnico Paolo Negro, che ha guidato la squadra nelle ultime due gare di campionato e che aveva firmato un triennale a inizio stagione, non rientrerebbe più nei piani della società, così come il match analyst Stefano Corsini. Per loro sarebbe già pronta la risoluzione del contratto, ma il tutto avverrà questo pomeriggio durante l’incontro in sede fra la società e i due tesserati bianconeri. Restano in sospeso invece le collaborazioni del Responsabile della parte atletica Claudio Gaudino e gli incarichi del Responsabile dei preparatori dei portieri Franco Pelari, del preparatore atletico Sandro Bencardino e dell’assistente Enrico Babucci. Ognuno di loro in questi giorni avrà un colloquio con il Dg Trabucchi. Per quanto riguarda la rosa bianconera invece, stando alle numerose voci che girano tra gli addetti ai lavori, si preannuncia una rivoluzione dettata anche da un certo malcontento dei giocatori per la situazione che si è creata. In questo momento il condizionale è d’obbligo visto che la nuova dirigenza, compreso il Ds Giuseppe Cannella, devono ancora parlare con tutti i professionisti. Nel reparto difensivo sarebbero pronti a fare le valigie: Terzi, Terigi e Conson, con un punto interrogativo sul portiere Ivan Lanni. Ai saluti pure il giovane Zaccone. A centrocampo invece in bilico ci sarebbe Acquadro (tra i fedelissimi di Perinetti) e Bani, con Montiel che potrebbe già fare rientro alla Fiorentina per fine prestito. In attacco invece c’è aria di grandi cambiamenti. Varela, Paloschi, Caccavallo e Guberti sono i calciatori in odore di lasciare la maglia bianconera. Ci sarà poi da capire se verrà rinnovato il contratto a Disanto, il quale sta ricevendo molte offerte da altri club di serie C. Sempre in uscita i giovani in prestito come Persin e Conti

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui