SIENA, ITALY - MAY 01, 2020: Image captured whilst working with in conjunction with the Polizia del Stato in Siena and outskirts during the final days of the Corona virus lockdown in Tuscany, Italy,

Oggi vengono resi gli onori ai Caduti con la deposizione di una corona al cippo de La Lizza e la cerimonia nella Sala Italo Calvino del Complesso Museale Santa Maria della Scala

La polizia di Stato celebra oggi, 12 aprile, il 170° Anniversario dalla fondazione. La cerimonia si è aperta con la commemorazione ai Caduti con deposizione di una corona di alloro da parte del Questore Pietro Milone, al Cippo dei giardini de “La Lizza”, alla presenza del Prefetto Maria Forte.

Poi, presso la Sala Italo Calvino del Complesso Museale Santa Maria della Scala, dopo la lettura dei messaggi augurali del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, il Questore della Provincia di Siena, Pietro Milone, ha tenuto il proprio intervento.

Saranno consegnati durante la cerimonia i riconoscimenti per merito di servizio, tra i quali un encomio e 7 lodi, le medaglie di commiato al personale in quiescenza ed altri attestati alle scuole e ad un cittadino distintosi per l’alto senso civico.

All’esterno, realizzato uno schieramento rappresentativo di tutte le componenti della Polizia di Stato della Provincia, passato in rassegna dal Questore.

Anche quest’anno il tema è “Esserci Sempre” e, per la circostanza, sono stati allestiti due stand nella splendida cornice di Piazza Duomo, con l’esposizione di alcuni mezzi in dotazione alla Polizia di Stato, e gli strumenti di lavoro della Polizia Scientifica e delle Specialità, tutto nel rispetto di quanto ancora previsto dalla normativa sulla prevenzione del contagio da Covid- 19.

La cerimonia è, infatti, l’occasione per ricordare la lunga storia della Polizia di Stato, le cui origini risalgono al 1852 quando venne istituito il Corpo delle Guardie di pubblica Sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui