Come al ping pong: sindacati critici con la direzione e poi la gestione taglia il debito di un terzo di milione

Si è riunito nei giorni scorsi il Collegio dei Revisori dei Conti di Siena Jazz che ha evidenziato una situazione assolutamente da record. Già nella semestrale l’indebitamento dell’Accademia passa infatti da un milione e 249.400 euro a 914.646 euro, con una riduzione del debito di ben 335mila euro e con un utile che passa in sei mesi da 42mila a 219mila euro.

E dire che ciò avviene praticamente all’indomani di un documento forte di Cgil e Cisl in cui si accusava la gestione di incapacità.

“Un risultato ottimo, veramente lusinghiero, considerando anche il breve tempo in cui è stato conseguito. Segno che la strada intrapresa per il risanamento completo ed il rilancio dell’Accademia dettata dalla Governance e capitanata dal Direttore Amministrativo Mauro Cianti, è quella giusta” – dicono in una nota i componenti del Consiglio di Amministrazione Lorenzo Rosso, Anna Maria Tiberi, Giampaolo Belli, Vincenzo Ialongo e Francesco Giusti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui