Davide Ciacci, NsB in Siena Ideale, presenta una mozione per ridare ai giovani la socialità che il Covid ha tolto loro

Secondo un recente studio del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, i giovani sono i più esposti fra gli italiani al disagio sempre più crescente provocato dal Covid. Giovinezza e adolescenza rappresentano una fase esistenziale cruciale per lo sviluppo della propria identità, si inizia a dare la priorità ad altri legami oltre a quello con i genitori e l’interruzione di questi rapporti ha messo a dura prova il benessere psicofisico di quella che ha già preso il nome di ‘Generazione Covid’.

In questo anno di pandemia si è registrato un boom di fenomeni autolesionistici e di tentativi di suicidio da parte di preadolescenti e degli adolescenti, che isolati nelle proprie camere rischiano di concentrarsi solo sui pensieri negativi. Il Covid costringe, in effetti, al rispetto di regole rigorose che includono spesso l’isolamento sociale, con il distacco fisico dalla scuola, dall’affetto degli amici, dai locali, dalle attività sportive: insomma viene ridotta drasticamente la socializzazione.

Uno degli aspetti più emblematici dei tempi del Covid-19 è la rinuncia a progettare il futuro, a causa del condizionamento da parte di un’atmosfera opprimente e incerta. “È triste dirlo, ma a loro rimane un’unica certezza – ha così espresso Davide Ciacci, consigliere comunale di Nero su Bianco in Siena Ideale –, saranno i giovani che dovranno pagare i debiti contratti dallo Stato per far fronte alla pandemia”.

“Per me, dunque, si è reso prioritario rendere meno duri gli effetti sociali e psicologici della pandemia sui giovani, con interventi finalizzati all’ascolto e al supporto – ha continuato Ciacci –. Pertanto, ho proposto al Consiglio comunale di invitare la cittadinanza tutta, le scuole, le associazioni, le aziende private e chiunque interessato, a presentare dei progetti per individuare nuove e più attuali forme di socializzazione, per i nostri giovani, attività per i bambini e gli anziani da attuare nelle aree che il Comune ha a disposizione”.

Di seguito riportiamo la mozione presentata dal consigliere per la prossima seduta in Aula, con il messaggio con il quale Ciacci ha concluso la propria dichiarazione: “Affrontiamo uniti questa sfida e transitiamo le categorie più ‘fragili’ con meno danni possibili, verso quello che io mi auguro sia un futuro prossimo covid-free”.

Mozione per individuare Progetti di Socializzazione

Premesso che: Ormai da oltre un anno il nostro Paese è investito dalla pandemia Covid-19 e tutt’oggi stiamo attraversando la terza fase dell’emergenza Covid;

Per poter contenere la diffusione del virus, da un anno siamo costretti a convivere con forti limitazioni alle nostre libertà individuale, regole di contenimento del virus che impattano sull’economia con gravi rischi sulla tenuta del nostro tessuto socio/economico

Conseguentemente oltre ai rischi sanitari dobbiamo affrontare rischi sociali che coinvolgono tutte le generazioni;

Considerato che: gli anziani non possono godere dei normali affetti familiari;

I bambini, con le restrizioni in vigore vengono privati della naturale socializzazione;

Gli adulti si trovano difronte alle difficoltà lavorative/ professionali, che spesso si ripercuotono in privazioni per loro e per i propri figli, pregiudicando anche la loro dignità, che solo un reddito certo può garantire;

Gli adolescenti e i giovani si vedono privati del periodo più attraente della loro vita e denunciano di convivere con stati d’animo di stanchezza, incertezza e preoccupazione;

Considerato che: anche quando riusciremo ad avere sotto controllo la diffusione del virus non riacquisteremo, facilmente, quella fiducia e naturalezza nei rapporti sociali tipica del periodo pre- pandemia,

Considerato altresì l’approssimarsi della bella stagione;

I numerosi spazi all’aperto, come la Fortezza Medicea, i giardini de La Lizza, il parco di Pescaia, gli Orti dei Tolomei, Parco Ochino, Ecc., disponibili nella nostra città

Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco è la Giunta ad:

predisporre un bando per invitare la cittadinanza, le scuole, le Associazioni, le Aziende private e chiunque interessato, nel rispetto delle disposizioni anti Covid, a presentare dei progetti per individuare nuove e più attuali forme di socializzazione, tenuto conto della pandemia in corso, per i nostri giovani, attività’ per bambini ed anziani da attuare nelle aree comunali che l’amministrazione Comunale intenderà mettere a disposizione allo scopo già per il prossimo periodo estivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui