Tozzi (FdI): “Cantieri, incidenti, chiusure improvvise: pendolari e aziende pesantemente penalizzati”

Qualche mese fa si era mosso il Prefetto di Siena Matilde Pirrera, aveva convocato la Conferenza Permanente ed era riuscita ad ottenere da Anas tempòi certi per la conclusione del cantiere del tratto senese della Siena-Firenze. Tempi rispettati e un sospiro di sollievo per tanti automobilisti.

Ma allentata l’attenzione, i disagi sono ripresi come prima. Questa mattina il traffico è andato il tilt per la chiusura per sei ore dell’Autopalio direzione Firenze, con uscita obbligatoria a San Casciano. Un altro cantiere iniziato da tempo e per il quale è difficile prevedere la conclusione.

Sulla vicenda è intervenuta la consigliera regionale di Fratelli d’Italia Elisa Tozzi.

“Sappiamo che l’Autopalio è una strada disastrata e sappiamo che ci sono cantieri infiniti. Serve un deciso intervento della Regione che si attivi con Anas per avere un cronoprogramma certo e definitivo dei lavori. Pendolari, aziende e turismo ne risultano quotidianamente e pesantemente penalizzati. Si tratta di un altro pezzo di Toscana che non funziona, una regione che da tempo non è più un’isola felice come invece racconta la sinistra”.

“La situazione della Autopalio è divenuta insostenibile. Pur comprendendo la necessità di opere di ammodernamento, è indispensabile garantire la sicurezza degli utenti e vigilare da parte di Anas affinché vengano velocizzate il più possibile le opere di completamento dei lavori – dichiara la consigliera Tozzi -. Gli automobilisti sono alle prese con continui restringimenti di carreggiata, e i lavori non sembrano aver fine. Sull’Autopalio va ripensato il progetto complessivo degli interventi, in modo da tenere conto dell’intenso flusso di veicoli che si registra nelle ore diurne rispetto a quelle notturne”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui