L’allenatore bianconero: ”Il rigore su Boccardi era netto”

Il Siena esce con un punto dalla sfida contro lo Scandicci. Un pareggio utile a mantenere l’imbattibilità, ma che non soddisfa a pieno l’allenatore bianconero Magrini: ”La gara non è stata all’altezza – ha dichiarato il mister – non avevamo la forza, abbiamo fatto malino, sono contento solo di come abbiamo lottato e del fatto che abbiamo portato a casa un punto. I cambi? Dovevo valutare se togliere Cavallari, che domenica era tornato titolare e lo vedevo in affanno, poi ho visto che si è ripreso e l’ho tenuto in campo. Gli altri cambi, invece, sono dovuti alla stanchezza”.

”Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, abbiamo provato a giocare – ha proseguito Magrini – c’è stata anche molta lotta a centrocampo. Tutto sommato il risultato è giusto e a me va bene così dato che giocavamo contro un’ottima squadra. Ci è mancata incisività e precisione, non abbiamo fatto molto di buono. La scelta dei centrali? Mi sentivo più sicuro con centrali strutturati come Biancon e Cavallari”.

La Robur ha protestato anche per una trattenuta ai danni di Boccardi in area di rigore: ”C’era un rigore nettissimo, ma non ne parlo nemmeno – ha aggiunto il mister – in Eccellenza è così, alcuni non guardano nemmeno la palla”.

Bertelli: ”Mi sento migliorato”

In conferenza è intervenuto anche il terzino Leonardo Bertelli: ”Ci può stare una giornata no – ha spiegato – noi eravamo un po’stanchi però ci può stare calo fisico. Nonostante fossimo un po’ in affanno dietro ce la siamo cavati bene, abbiamo fatto una buona prova, anche se si può sempre fare meglio. Dall’inizio del campionato mi sento migliorato sia caratterialmente che come giocatore, sento la fiducia del mister. Adesso mancano otto partite nelle quale dobbiamo fare del nostro meglio per cercare di vincere il campionato prima possibile”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui