L’ex calciatore bianconero: ”Sono ancora tifoso. Il ricordo più bello da calciatore? La promozione in Serie A”

Dalle partite con indosso la maglia del Siena alla qualificazione agli Europei con la Slovacchia. Ne ha fatta di strada Simone Bonomi, l’ex calciatore della Robur che, nonostante sia stato in bianconero per solo due stagioni, non si è mai dimenticato della città del Palio. Bonomi, attualmente nello staff tecnico della Slovacchia di Calzona, nel corso della cerimonia di consegna della Briglia d’Oro ha infatti commentato il momento della Robur, ammettendo di esserne ancora un sostenitore: ”Sono come tutti molto dispiaciuto della situazione – ha dichiarato Bonomi – vedere una società così fare questa fine non è affatto bello. Da tifoso ed ex giocatore mi dispiace molto, però da un lato è meglio perché è finito un calvario”. Adesso la Robur si trova in vetta alla classifica: ”La società è riuscita a ripartire – ha aggiunto – ora è in testa al campionato e mi auguro che possa tornare al più presto nelle categorie che gli competono. Sto vedendo che sta facendo molto bene, si sono calati tutti benissimo nella realtà e ne sono contento perché continuando così il tempo per tornare tra i professionisti potrà essere breve”. Tanti bei ricordi legati alla Robur per Bonomi, che è stato tra i protagonisti della prima storica promozione in Serie A: ”Ho tanti ricordi bellissimi di Siena – ha affermato – però il primo pensiero che mi viene in mente non può che essere la serata di Genova in cui è arrivata la matematica promozione in Serie A”.

Bonomi: ”Europei? Già esserci è un traguardo, l’Italia vorrei trovarla più avanti”

Adesso però la concentrazione dell’ex calciatore non può che essere sull’Europeo, dove la Slovacchia è arrivata grazie al secondo posto nel girone di qualificazione: ”L’obiettivo principale, che era la qualificazione, l’abbiamo già raggiunto, quello che verrà dopo sarà tutto di guadagnato. Non eravamo certo tra i favoriti nel nostro girone dato che oltre al favorito Portogallo c’erano atre squadre molto forti. Una sfida all’Italia? Preferirei trovarla più avanti perché vuol dire che abbiamo passato il turno entrambi”

L’intervista completa a Bonomi e a Calzona

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui