FIAIP

Si è svolta ieri pomeriggio presso la sede di Confindustria Siena la tavola rotonda per approfondire il quadro normativo e per fare il punto con l’amministrazione locale sul bisogno abitativo. Presente l’Assessore Papi.

Ha riscosso un grande successo di partecipazione, il convegno avente come tema i patti territoriali ed i contratti di locazione a canone concordato, organizzato ieri pomeriggio dal collegio FIAIP Siena-Arezzo presso la sede di Confindustria Siena.
Un’importante occasione per approfondire il quadro normativo e per fare chiarezza sui contratti di affitto ai sensi della legge 431/98 che disciplina un ambito delle locazioni con grandi potenzialità non sempre ben conosciuto e adeguatamente sfruttato. Per questo è stato utile approfondire il tema e fare il punto con l’amministrazione locale.

L’assessore Micaela Papi, presente ieri in sala, si è resa disponibile per un confronto con gli operatori di settore sul bisogno abitativo e sull’opportunità di utilizzare uno strumento che può incentivare una maggiore disponibilità di immobili nel mercato delle locazioni da parte di privati.
L’avvocato Massimiliano Morini, esperto in materia di contrattualistica, ha illustrato nello specifico le casistiche richiamate dal DM del 16.11.2017, al cui intervento ha fatto seguito quello del ragionier Roberto Minghi dello Studio Emme, che ha invece portato validi contributi in tema di fiscalità.

“Come agenti immobiliari professionali, siamo sempre più consapevole del tuolo che siamo chiamati a ricoprire…”

A moderare il convegno è stato Francesco La Commare, presidente del Centro Studi FIAIP.
“Come agenti immobiliari professionali siamo sempre più consapevoli del fondamentale ruolo che siamo chiamati a ricoprire in questa delicata congiuntura di mercato dove non si parla più di domanda di alloggi, ma di bisogno abitativo. È infatti presso ogni singola agenzia del territorio che si verifica quel primo confronto con i proprietari degli alloggi per fornire la giusta consulenza e orientare le scelte in ambito di locazione”. A sottolineato la presidente di FIAIP Siena-Arezzo, Ramona Valceanu

Durante il convegno è stata portata l’attenzione anche sul software per il calcolo del canone concordato che ha visto la nostra provincia come capofila nel presentarlo come servizio esclusivo per i suoi associati. Il suo valore “predittivo” è costituito dal fatto che il documento finale riporta il parametro minimo e massimo di locazione. Il software permette di evidenziare in tempo reale le reali opportunità economiche, fiscali (cedolare e riduzione Imu) previste dai contratti agevolati.

“Personalmente – conclude Ramona Valceanu – resto convinta che solo una concertazione strutturata, di maggior respiro e che chiami in causa tutti gli attori (sindacati, professionisti e istituzioni comprese), possa portare gli effettivi e auspicati benefici per riportare equilibrio sul mercato delle locazioni. E su questo aspetto come FIAIP siamo sempre disposti a fare la nostra parte”.

L’Amministrazione si è resa disponibile a promuovere e sostenere un tavolo di lavoro allargato

Molto significative anche le parole dell’assessore Papi che ha segnalato la disponibilità dell’Amministrazione di promuovere e sostenere un tavolo di lavoro allargato sul tema, con l’auspicio che ci siano ulteriori strumenti che possano sostenere la maggiore propensione a locare immobili con queste tipologie contrattuali. L’avvocato Morini e di concerto anche il ragionier Minghi hanno a più riprese puntualizzato che la norma e l’articolato di riferimento della legge 431/98 necessiterebbe di una rivisitazione e di una riattualizzazione giuridica, con un quadro che permetta di aderire maggiormente ai nuovi trend ed ai bisogni abitativi della domanda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui