Primo giorno di viste mediche per i giocatori bianconeri. Oltre al confermato Terigi presenti anche i nuovi acquisti Ludovici, Coccia e Zaccone. Domenica via al ritiro, martedì il verdetto sul ripescaggio

Stamattina è iniziata ufficialmente la stagione 2021/2022 del Siena. Dopo che nelle ultime settimane è stato definito l’organigramma societario, a cominciare da ritorno di Perinetti, e sono arrivati tanti nuovi innesti sul mercato, oggi si sono svolte le prime visite mediche in vista del ritiro di Borgo a Buggiano e Montecatini, che prenderà il via domenica.

Tra i primi ad effettuare le visite Leonardo Terigi, una vecchia conoscenza dell’ambiente bianconero e uno dei confermati della passata stagione: “Ho sensazioni positive per la prossima stagione, spero e voglio che sia positiva. La mia permanenza è stata una scelta della società, sono contento perché è un attestato di stima da parte della dirigenza e del mister. Credo sia stata una scelta sua in particolare. Questo però mi carica di responsabilità verso di loro e verso i tifosi“.

Tra le conferme c’è anche quella di Ricardo Farcas, che lo scorso anno ha composto una coppia difensiva molto affidabile proprio con Terigi: “Sono contento che sia rimasto anche lui – continua il difensore bianconero -, sia da punto di vista umano che calcistico, dato che ha tanti margini di miglioramento. L’addio di Guidone? Sono molto legato a lui, umanamente mi dispiace e lo ringrazio per la mano che ci ha dato l’anno scorso, ci ha sempre messo la faccia. L’arrivo di Perinetti? La società ha dato una grossa impronta in questo secondo anno di gestione, ci sta mettendo in condizione di fare bene, è un’organizzazione di alto livello, da serie B e da serie A”.

Il Siena però non sa ancora in quale categoria disputerà la prossima stagione, anche se il verdetto sull‘eventuale ripescaggio si avvicina sempre di più, dato che arriverà martedì prossimo: “Un po’ di ansia c’è – continua Terigi – però non sta a noi decidere. Intanto partiamo per il ritiro concentrati, se poi sarà serie C saremo contenti, se sarà serie D lotteremo per ottenerla sul campo”.

Oltre a Terigi, stamattina si sono visti alcuni dei volti nuovi acquistati da poco da Perinetti, vale a dire i giovani terzini Davide Ludovici, Lorenzo Coccia e Lorenzo Zaccone. “E’ la mia prima esperienza tra i grandi – afferma Ludovici -, sono molto contento. Ho sempre seguito il Siena, soprattutto quando stava in A. Questa è una piazza molto importante. Spero di fare il percorso di Spinazzola. Le mie caratteristiche sono più offensive che difensive, è l’occasione più grande della mia carriera”.

“Sono un po’ emozionato – afferma Coccia -. Vestire la maglia del Siena è un onore, è una società storica con una grande tradizione alle spalle. Quando Perinetti ha contattato il mio procuratore non ho potuto dire di no. Sono un terzino ma sono abbastanza offensivo”.

“Le prime impressioni sono molto piacevoli – afferma Zaccone -, la piazza è importante, da serie A. Non conosco nessuno ma non vedo l’ora di conoscere tutti. Indossare la maglia del Siena sarà fantastico, il progetto è importante, non è da serie D“.

Le parole di Terigi, Ludovici, Coccia e Zaccone

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui