“100 Canti per Siena”, l’iniziativa rivolta a tutti i cittadini

Anche Siena vuole partecipare alle celebrazioni per i settecento anni dalla scomparsa di Dante, riportando l’idea della Divina Commedia come grande scritto popolare. “100 Canti per Siena” è l’evento che vuole coinvolgere tutti i cittadini e si terrà nelle piazze, nelle strade e nelle chiese; in tutti i luoghi simbolo della città. I versi della Divina Commedia verranno declamati da un popolo di cantori che si misureranno nella lettura pubblica dei 100 canti. Alla presentazione dell’evento, questa mattina, erano presenti il Sindaco Luigi De Mossi e Chiara Damiani, presidente della Culter; l’associazione che da anni è impegnata in percorsi di partecipazione ed educazione popolare dedicati alla Divina Commedia.

“E’ un’iniziativa – afferma il Sindaco Luigi De Mossi – bella e molto coinvolgente. Ci saranno cento cantori che daranno vita a questa lettura dinamica, recitando i cento canti della Divina Commedia in tutti i luoghi della città. Siena è una città che Dante conosceva perché ci era stato più volte e che ha riportato anche nella sua opera. Abbiamo con noi un bravo regista, Franco Palmieri, che curerà l’iniziativa, e un grande attore come Alessandro Benvenuti che ci delizierà con le sue performance. Sarà una rappresentazione dinamica perché ci saranno cento cantori e sarà come una sorta di gara. La città, vista anche la grande tradizione culturale, sarà investita dalla lingua poetica di Dante e noi siamo molto soddisfatti di questa iniziativa. Mi cimenterò anche io nella recitazione del XXVI canto dell’Inferno, quello dedicato alla figura di Ulisse, e sono sicuro che prima di leggerlo mi emozionerò. Il tentativo è quello di dare una nuova vitalità a una città che sente il bisogno di rinascere e ritrovare una socialità smarrita.”

L’evento si svolgerà il 2 di ottobre ma ci sarà un’anteprima, il 17 giugno alle 18:30, con la lettura di tre canti dall’alto della Torre del Mangia. Alessandro Benvenuti, direttore artistico dei Teatri di Siena, leggerà il I canto dell’Inferno e il IV canto del Purgatorio, mentre il Sindaco Luigi De Mossi reciterà il XXVI canto dell’Inferno dedicato ad Ulisse. A partire dal 17 giugno sarà poi possibile unirsi alla squadra dei cantori e partecipare al percorso di formazione con il regista Franco Palmieri. Il progetto è rivolto ad attori ma anche a cittadini comuni, di tutte le età. I cantori sono infatti il vero motore della manifestazione che mira ad un coinvolgimento appassionato di tutta la città.

“Siamo un associazione non senese – sostiene Chiara Damiani, presidente Culter – quindi ci avviciniamo con molta umiltà e rispetto a questa città tanto affascinante. Sono rimasta colpita dalla grandezza culturale che Siena esprime e questa è una bella occasione per creare un legame con la nostra associazione. Abbiamo sempre organizzato iniziative di questo tipo e negli anni siamo arrivati a realizzare eventi da mille e cinquecento persone. La giornata del 2 di ottobre sarà interamente dedicata alla lettura dei cento canti e tutti i senesi potranno partecipare all’evento; sarà un momento di grande coralità legata al territorio. Ci rivolgiamo infatti anche alle contrade e a tutta la società civile senese perché vogliamo coinvolgere tutti i cittadini. Si può partecipare mettendo a disposizione un luogo, dove si possono svolgere queste letture, o recitando in prima persona un canto della Divina Commedia. Dante torna nelle strade e sarà un modo per mettersi in gioco anche con amici e parenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui