Dal mese di aprile fino a settembre Serre di Rapolano sarà coinvolto in un’iniziativa nazionale sull’arte contemporanea

Serre di Rapolano diventa luogo di eccellenza per l’arte contemporanea. Il borgo in provincia di Siena è l’unico scelto in Toscana per il progetto ‘Una Boccata d’Arte’, iniziativa nazionale dedicata all’arte contemporanea che coinvolge ogni anno un borgo in ogni regione italiana. Il progetto, promosso dal 2020 dalla Fondazione Elpis, entrerà nel vivo nelle prossime settimane, quando a ogni borgo sarà assegnato un artista per realizzare un’opera d’arte contemporanea legata all’identità dei luoghi scelti. Nel mese di giugno è prevista l’inaugurazione delle opere, che rimarranno esposte fino al 29 settembre.

Il progetto ‘Una Boccata d’Arte’ è nato nel 2020 da un’idea di Marina Nissim, presidente di Fondazione Elpis, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio storico e paesaggistico dei piccoli centri attraverso l’arte contemporanea. Realizzato in collaborazione con Maurizio Rigillo e Galleria Continua con la partecipazione di Threes, il progetto ha coinvolto finora 100 artisti e artiste impegnati in 100 borghi italiani nella realizzazione di altrettante opere di arte contemporanea. Attraverso mostre diffuse, installazioni site specific e performance, ‘Una Boccata d’Arte’ ha dato vita, con le sue varie edizioni, a uno speciale itinerario culturale lungo tutta la penisola che da quest’anno toccherà anche la provincia di Siena con Serre di Rapolano. L’iniziativa, a livello locale, conterà sulla collaborazione fra il Comune di Rapolano Terme e l’associazione Pro Loco Serremaggio. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui