“Vista lo scenario preoccupante terremo la didattica a distanza permanentemente aperta”

Sei classi dell’Istituto Agrario di Siena sono da oggi in quarantena a causa della positività di un insegnante, che ha in carico tutte le classi. “Siamo stati avvisati oggi dal docente stesso – ha spiegato il dirigente scolastico Tiziano Neri – e poi abbiamo avuto conferma dalla Asl.

Si tratta di un giovane docente, neo assunto, che si è sottoposto al tampone per la profilassi che è consigliata a tutti gli operatori scolastici. Avrebbe dovuto fare l’esame seriologico, ma il medico di famiglia gli ha prescritto invece il tampone, da cui comunque è emersa questa positività e quindi è scattato il procedimento di quarantena per tutti gli alunni con cui ha avuto contatti, un centinaio di ragazzi in tutto.

Finora abbiamo avuto solo uno studente risultato positivo per un contatto in ambito extra scolastico e la classe rientrerà a scuola in questi giorni.

Visto lo scenario decisamente preoccupante noi come Istituto attueremo quella che io chiamo la “Dad open”, cioè la didattica a distanza permanentemente aperta, in modo che, ogni giorno, ogni classe possa collegarsi in remoto con quelli studenti che, anche magari solo per un raffreddore, siano dovuti rimanere a casa. Stando così la situazione è immaginabile che le assenze aumentino in maniera esponenziale e noi dobbiamo dare agli studenti la possibilità di fare comunque lezione”.

Devo dire – conclude Neri – che in un mese di scuola, io non ho mai riscontrato problemi disciplinari legati al non rispetto delle regole, sia da parte dei ragazzi che da quella dei genitori, molto attenti a comunicarci subito anche i minimi sintomi, ma purtroppo con questo virus si vede che non basta”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui