Avvio di gara da incubo per la NamedSport, che paga la lontananza dal campo di gioco per più di un mese

I locali di Carrara si portano subito su un solido vantaggio, arrivando a toccare il 14-1. Mens Sana completamente annebbiata, prova a ridurre lo svantaggio e chiude il primo periodo sul 22-14.
Nel secondo quarto i giocatori di coach Binella provano ad accorciare sempre più il distacco. Una buona prima metà di periodo consente loro di arrivare a -3 dagli avversari, ma all’intervallo lungo si va sul 30-25.
Il terzo quarto comincia sulla falsa riga del primo: NamedSport molto scomposta e disordinata, i locali arrivano al +12 di massimo vantaggio del periodo. La reazione dei biancoverdi non arriva, complici molti errori sul tiro: all’ultimo break il tabellone segna 45-36.
Il quarto periodo si apre senza veri e propri cambi di ritmo. La partita si accende negli ultimi minuti, quando la Mens Sana con un gran parziale impatta addirittura sul 52-52 per la prima volta dallo 0-0 indiziale. Tuttavia, le energie spese per raggiungere gli avversari non le consentono di passare in vantaggio, e la CM Carrara, più lucida, chiude il match con 4 lunghezze di vantaggio. 56-52.

È la seconda sconfitta consecutiva per la NamedSport, che resta a quota 20 punti in classifica. Prossimo appuntamento mercoledì a Montale, alle ore 21.


Francesco Barbucci

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui