Barretta: “Si tratta di un servizio di grande valenza sociale perché coniuga due diritti costituzionalmente riconosciuti, quello alla salute e quello all’istruzione”

Garantire il diritto all’istruzione, la continuità educativa e la tutela psicofisica dei bambini in cura all’ospedale Santa Maria alle Scotte. Questo l’obiettivo della SIO, Scuola in Ospedale, riservata alle alunne e agli alunni del primo ciclo di studi degenti all’Azienda ospedaliero-universitaria Senese un servizio attivo da molti anni di cui a breve sarà rinnovato il protocollo d’intesa fino al 2024. A predisporlo l’Aou Senese, l’Ufficio scolastico della Regione Toscana (Ambito territoriale di Siena) e l’Istituto comprensivo Mattioli di Siena.

“Si tratta di un servizio di grande valenza sociale perché coniuga due diritti costituzionalmente riconosciuti, quello alla salute e quello all’istruzione – commenta il direttore generale dell’Aou Senese, Antonio Barretta -. Le attività didattiche nei presidi ospedalieri è da intendersi come iniziativa volta alla prosecuzione delle relazioni educative e delle attività formative, da offrire ai giovani studenti in un momento molto delicato della loro esperienza di vita. In tal senso la scuola diventa parte integrante del percorso di cura. Infine – conclude Barretta –, colgo l’occasione per rivolgere un sincero augurio per un sereno anno scolastico alle insegnanti della scuola ospedaliera e a tutti i piccoli pazienti che ne usufruiranno”.

Il protocollo d’intesa prevede che l’Aou Senese s’impegni a garantire il rispetto dello svolgimento dell’attività didattica, pur salvaguardando in modo prioritario le esigenze di cura dei pazienti, assicurando l’attivazione del servizio nei giorni che vanno dal lunedì al venerdì e in fasce orarie concordate, sia mattutine che pomeridiane. L’Aou Senese fornisce poi anche tutti i dispositivi di protezione individuale e di profilassi al personale scolastico: per esempio, nei confronti dei docenti coinvolti in tempo di Covid, sono adottate le medesime misure di prevenzione e tutela previste per il personale sanitario.

Da parte loro, l’Ufficio scolastico regionale e l’Istituto Mattioli garantiscono il raccordo inter-istituzionale con l’Aou Senese, assicurando il personale scolastico per l’attivazione della SIO, fornendo i materiali di studio più idonei per lo svolgimento delle attività e organizzando il servizio con criteri di opportuna flessibilità con lo scopo primario di soddisfare gli specifici bisogni degli studenti ricoverati.

“I nostri insegnanti entrano in punta di piedi nelle camere dei giovani degenti per proporre attività didattiche dal carattere prevalentemente ludico – spiega Federico Frati, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Mattioli di Siena -. Sono docenti di grande professionalità che hanno scelto di scendere dalla cattedra per mettersi a disposizione di studenti in momentanea difficoltà e ne sono spesso ripagati perché ne nascono rapporti di affetto e reciproca gratitudine. Grazie all’accordo rinnovato – conclude Frati -, la prima campanella dell’anno suona anche all’ospedale Santa Maria alle Scotte. Magari non la sentiremo, ma senza dubbio la sua presenza costituisce un prezioso presidio di sensibilità educativa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui