Le risposte ai cittadini in occasione dell’incontro promosso dagli assessori di Fratelli d’Italia

“Di politica non si può parlare solo sui social. Il confronto diretto con il cittadino è importante”. Gli assessori di Fratelli d’Italia a questo confronto tengono molto, ma ancora c’è da farne di strada per riabituare i cittadini a parlare direttamente invece che attraverso una tastiera. I presenti nella Saletta dei Mutilati non erano numerosi quanto l’iniziativa avrebbe meritato, “ma è un primo passo che non ci fermerà”. Una platea comunque attenta e pronta a rivolgere domande.

Tante le novità per la città fornite dall’assessore Enrico Tucci, prima tra tutte quella della “liberazione” di Piazza Provenzano e San Domenico dalle auto parcheggiate, con la fornitura di un numero maggiore di posti in struttura a disposizione dei residenti.

Scotte

Molto duro l’assessore Tucci sulle problematiche delle Scotte: “La partita si gioca con la Regione che nomina i Direttori generali. C’è un’assunzione diretta di responsabilità. D’altronde la notizia di Giani che confermato Barretta in conferenza stampa è stata irrituale. Abbiamo fatto molto per sistemare le Scotte, ma le mura non cambiano. Il dg deve fare il direttore generale, non deve essere il padre padrone. Il direttore sanitario deve fare il direttore sanitario. Vogliamo essere ascoltati. Non si può riempire Le Scotte con le seconde file di Careggi”.

Biotecnopolo

E sul Biotecnopolo: “È una questione governativa. Il vecchio Governo aveva fatto uno statuto incredibile. Abbiamo ottenuto che ci fosse una rappresentante della comunità accademica senese, la professoressa Santucci, che sa di quello che si parla e tutelerà la città. Il Biotecnopolo va avanti e Siena ne sarà parte integrante”

Moltissime le domande rivolte all’assessore Magi, le cui deleghe spaziano sui problemi maggiormente sentiti dai cittadini.

Rifiuti

Si è parlato dell’annoso problema dei rifiuti, con l’assessore Barbara Magi che ha ribadito che il Comune non ha la possibilità di intervento diretto nella gestione e raccolta. “Al gestore non possiamo imporre il modo di lavorare e sui rifiuti bisogna considerare la particolarità di Siena. Al Nord funziona molto bene la raccolta porta a porta, come si fa nel centro a Siena. Solo che a Siena, che ha strade strette, non si possono lasciare mastelli di rifiuti. L’idea di Sei Toscana era  di premiare i cittadini virtuosi, tramite l tessera di conferimento, ma ancora siamo lontani da poterlo adottare perché non possiamo creare cittadini di serie A e serie B, e chi abita in centro non avrebbe modo di utilizzare la tessera”.

Gestione del verde

“Per quanto riguarda la gestione del verde – ha risposto Barbara Magi ad una domanda – il problema è nato quando il Comune ha smesso di avere personale proprio e appaltare a terzi. Stiamo lavorando per trovare le risorse che ci permettano di invertire la rotta e tornare ad avere personale nostro”.

Animali

E poi sulla questione degli animali. “Per i piccioni riprenderemo una soluzione che era stata sospesa, quella del controllo della riproduzione. Da quando è stato smesso di dare mangime contraccettivo i piccioni si sono moltiplicati e le gabbie danno pochissimi benefici. Dalla primavera all’autunno torneremo a dare mangime contraccettivo, togliendo le gabbie che saranno rimesse in autunno. Quello dei lupi è un problema che non può affrontare il Comune, ma siamo in costante contatto con la Regione. Infine il problema topi: esiste, e per questo abbiamo dato appalto ad una ditta per la derattizzazione”.

Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui